L’attività sportiva richiede una sana e oculata integrazione alimentare

etixx-post_prodotto3

Per tutti gli sportivi è fondamentale avere a disposizione energie spendibili prima di un allenamento o una gara, durante l’attività fisica può essere richiesto un’integrazione alimentare a causa di una temperatura atmosferica molto calda o per uno sforzo fisico proloungato nel tempo ed anche a fine allenamento o gara è importante reintegrare gli elettroliti persi, le calorie consumate, le proteine, ricostruire le scorte di glicogeno, tutto ciò comporta un allenamento sulla nutrizione, sulla sana integrazione che va personalizzata in base alle carateristiche dell’individuo. Continua a leggere

Annunci

Paolo Bravi vince la Nove Colli Running: E’ partito tutto per scherzo

Ho sempre dato tutto per ottenere il massimo in quello che faccio

Matteo SIMONE

Psicologo, Psicoterapeuta

 

La 22^ edizione della Nove Colli Running di 202,4km con partenza è stata vinta da Paolo Bravi 19h42’09” che ha preceduto Matteo Grassi 20h40’19” e Luca Verducci 21h16’16” allenato dallo stesso Paolo Bravi. Tra le donne ha vinto Maria Ilaria Fossati in 24h13’52” che ha preceduto l’italo-polacca Emilia Aleksandra Kotkowiak 26h57’35” e l’italo-albanese Mirela Hilaj 27h 51′ 54″.

60545761_10217710366218320_5414399278447591424_o.jpgDi seguito Paolo Bravi descrive le sue impressione rispondendo ad alcune mie domande: Eri consapevole che avresti potuto vincere?E’ partito tutto per scherzo, Luca, uno dei miei amici di allenamento, amici nella vita perché per noi la corsa è vita, mi ha spinto in questa esperienza però poi dal momento dell’iscrizione allo start il pensiero è cambiato. Sono sciocco se dico no non ero consapevole…sono partito tanto per…No sapevo che avrei potuto vincere solo se partivo per vincere, che avrei vinto solo se lo volevo io. Nella vita di tutti i giorni come nello sport ho sempre dato tutto per ottenere il massimo in quello che faccio…quindi quando il pettorale è attaccato al petto…lotto fino alla fine per ottenere il massimo…è in questo caso il massimo era vincere.”

Continua a leggere

Nove Colli Running, Antonio Mammoli: Credo che sia solo “Amore” per questa gara

17 arrivi sono tantissimi, mi guardo indietro e dico: ma come ho fatto?

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net

 

Le salite diventano amiche degli atleti perché quando si superano ci si sente meglio, aumenta la fiducia in sé, ci si sente più resilienti e capaci di andare oltre non solo tali salite ma anche altre situazioni che possono sembrare difficili.

60476266_10213660230715822_1499742785228505088_n.jpgImpegnandosi e credendoci si riesce a superare tutto e così succede per atleti di ultramaratona che percorrono distanze superiori alla maratona e a volte anche di centinaia di chilometro, tali atleti arrivano a considerare percorsi difficoltosi e salite lunghe e stancanti quasi come amanti, dichiarano di amare gare che comprendono tali salite.

La Nove Colli Running di 202,4km è una gara che suscita interesse e passione da parte di diversi atleti che vogliono percorrerla e ripercorrerla per andare incontro a tale fatica e le numerose lunghe salite per arrivare a destinazione contenti e soddisfatti, di seguito Antonio Mammoli racconta le sue impressioni relative a questa gara durissima, rispettata e aspettata ogni anno da diversi ultrarunner: Ciao Antonio, che è successo all’arrivo della Nove Colli?Ciao Simone, anche quest’anno sono riuscito a cambiare il numero e nel 2020′ sarò ‘maggiorenne’!

Continua a leggere

Fabiola Desiderio: 100km Passatore 9h11’, 2^ italiana, la mia più bella gara

Sono seguita da anni dalla fortissima atleta Eleonora Bazzoni

Matteo SIMONE

Psicologo Psicoterapeuta

 

Lo sport rende felici e resilienti, condividendo fatica, gioie e dolori e apprendendo sempre dalla scuola dello sport. Un mondo affascinante, aggregante, amichevole quello dello sport fatto di incontri e confronti alla scoperta di se stessi e degli altri per evolvere e incrementando consapevolezza, autoefficacia e resilienza e cercare di trasformare sogni in realtà.

60382253_2430634650314437_517084143696216064_n.jpgDi seguito Fabiola racconta la sua passione dello sport rispondendo a un mio questionario: Ti sei sentita campione nello sport o sempre una comune sportiva? Qual è stato il tuo percorso per diventare atleta?Mi sento una comune sportiva, ho iniziato dalle scuole medie con l’atletica, praticavo gli 800 e 1500 in pista con ottimi risultati a livello regionale, poi ho smesso al terzo anno di ragioneria perché rimandata ad una materia, mio madre pensava che per correre trascuravo la scuola. Ho ripreso all’età di 38 anni facendo già da subito ottimo risultati, la mia vita ora è dedicata oltre che alla mia famiglia anche a questo sport che amo.”

Continua a leggere

Giuseppe Matteucci, Milano-Sanremo: Riguardo spesso il mio arrivo, che brividi!

I due amici della crew sono stati indispensabili e fondamentali

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net

 

Anche quest’anno la consolidata squadra di Impossible Target ha organizzato la “Milano-Sanremo 285 km”, l’Ultramaratona non stop più lunga d’Europa, una grande sfida, con partenza dalla Darsena dei Navigli di Milano e arrivo al mare di Sanremo attraversando 54 comuni di 3 regioni d’Italia.

60335129_10216177686746476_7663861959908917248_n.jpgIl primo atleta a toccare l’acqua del mare di San Remo è stato Matteo Ceroni dopo 31h13’ di gara precedendo Petr Valek della Repubblica Ceca 32h18’ e l’ungherese Peter Toldi 32h30’. La gara femminile è stata vinta in 44h41’ da Elena Fabiani, atleta della nazionale italiana di 24h, precedendo la siciliana Alisia Calderone 45h26’.

Giuseppe Matteucci si è classificato al 18° posto in 45h15’ e di seguito riporto le sue impressioni attraverso risposte ad alcune mie domande: Allora è stato come te l’aspettavi?Avevo immaginato la sola ‘strada’ con l’idea di percorrerla tutta ma con la promessa fatta a me stesso di fermarmi quando ne avessi avvertito la necessità. Insomma, è andata come avevo promesso a me stesso.”

Continua a leggere

Izabela Romanas: Il mio esordio nel Triathlon è andato meglio del previsto

Ho finito la gara, avevo la pelle d’oca sulla schiena, emozioni meravigliose

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net

 

Izabela si sente una donna forte, sempre pronta a mettersi in gioco e a provare nuove sfide, è un’atleta alla ricerca sempre di nuovi stimoli, di situazioni da poter apprendere mettendosi in gioco e da un po’ di tempo ha scoperto il triathlon documentandosi e informandosi su come iniziare e ha fatto il suo esordio in occasione del XII° Sprint UYN Triasola Schiantarelli – Memorial Anna di Vito e Fabio Vida domenica 28 aprile presso il Centro Sportivo Schiantarelli di Asola (Mantova).

60333559_504121683457326_8452446169094684672_n.jpgDi seguito le sue impressione attraverso risposte ad alcune mie domande: Ciao Izabella, sono proprio contento, com’è stato l’esordio con il triathlon e con la nuova squadra?Ciao Matteo eccomi qua, una esperienza bellissima, un podio inaspettato sempre con la grinta, mi sono divertita tantissimo. Il mio esordio nel Triathlon è andato meglio del previsto, ho finito la gara, avevo la pelle d’oca sulla schiena, emozioni meravigliose.”

Continua a leggere

Romualdo Pisano, UMS 6° posto: La Ultra Milano Sanremo è un viaggio dentro di te

Ognuno di noi sa quando è il momento giusto per vivere certe sfide

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net

 

Il 27 Aprile 2019 ha avuto inizio la “Milano Sanremo 285 km”, gara podistica più lunga d’Europa che è stata vinta da Matteo Ceroni, primo atleta a toccare l’acqua del mare di San Remo dopo 31h13’ di gara precedendo Petr Valek, atleta della Repubblica Ceca 32h18’, completa il podio, con un distacco dal secondo di soli 12 secondi, l’ungherese Peter Toldi 32h30’.

59488599_2119219551488636_8397436618809540608_nTra le donne la vincitrice è Elena Fabiani, atleta della nazionale italiana di 24h, che impiega 44h41’ e precede la siciliana Alisia Calderone 45h26’.

44 atleti finisher su 62 partenti tra i quali anche Jean-Louis Valderrama che ha corso con i sandali per il terzo anno consecutivo impiegando quest’anno 47h57’.

Continua a leggere

Elisa Stefani corre la Maratona di Praga in 2h33’33”

La gara mi ha lasciato una grande carica e voglia di migliorare ancora

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net/

 

Domenica 5 maggio si è corsa la maratona di Praga vinta da Almahjoub Dazza in 2h05’56”, atleta del Marocco che ha preceduto entrambi gli etiopi Dawit Wolde 2h06’18” e Aycew Bantie 2h06’23”, a seguire gli atleti keniani Amos Kipruto 2h06’46” e Solomon Kirwa Yego 2h07’30”.

59407026_2213795085601677_3339235835965865984_n.jpgVince la gara femminile Lonah Salpeter Chemtai, atleta del Kenya di origini kalenjin e naturalizzata israeliana, con il crono di 2h19’46” che è primato personale, primato della gara e record nazionale israeliano, a seguire Shitaye Eshete 2h22’39”, atleta del Barhein e l’atleta etiope Genet Yalew 2h24’34”. Ottime le prove delle italiane Catherine Bertone 7^ donna in 2h31’07” ed Elisa Stefani 9^ in 2h33’36”, suo primato personale.

Continua a leggere

Marco Lombardi vince la 6 ore di Corato ed è Campione Italiano 30 miglia

Ogni volta che vengo, rimango rapito dal vostro meraviglioso territorio

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net

 

Si è svolta a Corato la 3^ edizione della “6 Ore – Memorial Bice Fino e Giacomo Gravina” su un percorso di 1213 metri, tale manifestazione era valida anche quale Campionato Italiano 30 miglia. Il vincitore assoluto della 6 ore e della 30 miglia è stato Marco Lombardi SM35 di Atl. Libetas Runners Livorno con il crono di 03h28’57” e quindi Campione Italiano 30 miglia.

59285917_10213569289402346_6756536052611022848_n.jpgCompletano il podio della 30 miglia due atleti di Barletta Sportiva: Giuseppe Mangione che vince il titolo italiano categoria SM55 in 03h55’36” e Giuseppe Zaza SM40 che vince il titolo italiano categoria SM40 in 03h57’26” ma al termine della 6 ore si invertono le posizioni sul podio.

Per quanto riguarda la gara femminile, Addolorata Trisolino SF40 ha vinto il titolo assoluto con il crono di 04h35’33” precedendo Luisa Zecchino SF50 04h41’00” e Teresa Chieppa SF50 05h06’31”.

Di seguito, approfondiamo la conoscenza di Marco attraverso alcune domande: Ciao carissimo com’è andata l’avventura in Puglia?Ciao caro Matteo, è un vero piacere essere intervistato da te. Era dal Luglio 2016, da quando partecipai per la seconda volta alla ‘6 ore della Disfida’ a Barletta, che non tornavo in Puglia. Ogni volta che vengo, rimango rapito dal vostro meraviglioso territorio, ma soprattutto dall’accoglienza che voi, gente del sud, riservate ai vostri ospiti.

Continua a leggere

Sofiia Yaremchuk: Sogni da realizzare Maratona e Olimpiadi di Tokyo 2020

Tutti gli allenamenti e le gare voglio sempre migliorarmi

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net

 

Lo sport permette di incontrare e conoscere gente che si mette in gioco per competere, per raggiungere un risultato, per vincere, per arrivare al traguardo. Lo sport non ha età, ognuno fa quello che può cercando di migliorare e sperimentando sia benessere che performance. Di seguito Sofiia, vincitrice della corsa del ricordo 2019, racconta la sua esperienza rispondendo ad alcune mie domande: Quando ti sei sentita campionessa nello sport? Qual è stato il tuo percorso per diventare atleta?In realtà non ho ancora avuto la sensazione di sentirmi «campionessa» ma ho sempre saputo di avere la capacità di correre. Quando andavo a scuola mi sono iscritta in una sezione di atletica leggera e dopo due settimane di allenamento ho vinto il campionato regionale di corsa di 2 km e già da bambina mi sono resa conto che era esattamente quello di cui avevo bisogno, quello che mi piaceva fare e quello a cui avrei dedicato i miei anni.”

56907726_1063288013863040_1894611826335809536_n

A volte la scuola diventa un’opportunità per apprendere non solo nozioni teoriche ma anche un’opportunità per provare uno sport che può diventare un’attività importante della propria vita, a volte diventa un mestiere o solamente un’attività per star bene o per conoscersi: Chi contribuisce alla tua performance?Ultimamente vivo e mi alleno a Roma. Mi sono tesserata in una squadra italiana: “ACSI Italia Atletica “. Il mio allenatore è il Colonnello Fabio Martelli del Centro Sportivo dell’Esercito. Con l’allenatore ho un buon rapporto, mi sostiene sempre nei momenti difficili per me, crede in me come un’atleta che può mostrare risultati elevati. Lo apprezzo molto e questo è molto importante per me, mi aiuta, mi stimola ad andare avanti e mostrare risultati sempre più alti.”

Continua a leggere

Manfredonia 02 Giugno 2019, 1^ ed. “1 ORA SUL PORTO”

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net/

 

Conosci Manfredonia? Lo sport è come un treno che porta in giro per città e paesi per incontrare gente e sperimentare fatica e condivisione, approfondendo la conoscenza di se stessi e degli altri. Il treno dello sport a volte passa e bisogna farsi trovare pronti e decisi per prenderlo al volo e lasciarsi trasportare per strade, ville, parchi, monti e porti.

IMG-20190531-WA0035Domenica 02 Giugno 2019 l ‘A.S.D. Gargano 2000 Manfredonia in collaborazione con la Direzione del Porto Turistico Marina del Gargano, l’AVIS Manfredonia, la Associazione Arcobaleno Noi, Voi, Insieme Manfredonia organizza la “1^ Ed. dell’Ora sul Porto”, manifestazione provinciale non competitiva di corsa, cammino marcia e fitwalking.

Continua a leggere