Motivazione e sport , La formulazione degli obiettivi “goal setting”

MOTIVAZIONE

«Se immaginate ripetutamente e coscienziosamente di raggiungere un obiettivo,

le vostre possibilità reali di successo aumenteranno notevolmente»

Arnold Lazarus, L’occhio della mente, Astrolabio, Roma, 1989, pag. 50.

Un modo per visualizzare bene l’obiettivo è immaginare di raggiungerlo.

L’ipotesi si basa sull’assunto che, nel momento in cui si immagina di raggiungerlo, un buon obiettivo genera sentimenti di benessere e felicità poiché la mente umana non sembra percepire la differenza tra ciò che si sperimenta realmente e ciò che si immagina di sperimentare.Fissare obiettivi limitati, raggiungibili e progressivamente più ambiziosi è uno dei modi migliori per aumentare l’autoefficacia dell’atleta.

  • Obiettivi specifici e prossimi sono più efficaci nel dirigere l’azione e inoltre obiettivi specifici dirigono meglio di obiettivi generali.
  • Obiettivi difficili sono meglio di obiettivi modesti
  • Obiettivi troppo facili e poco incentivanti inducono demotivazione
  • Obiettivi a medio termine favoriscono il raggiungimento di obiettivi a lungo termine

È importante avere delle priorità negli obiettivi :fai un programma mentale dei tuoi prossimi obiettivi, cosa vuoi raggiungere in ordine prioritario e temporale e come? Cosa sei disposto a fare, a rinunciare, a sacrificare?Cosa devi evitare o devi fare per raggiungere i tuoi obiettivi? Qual è il costo? Ne vale la pena?

L’obiettivo e la “progettazione” fanno parte del vivere nel tempo dell’essere umano, che si muove sulla linea passato-presente-futuro. E che guarda a un futuro, di cui non esiste ancora nessuna certezza, da un presente pieno di disegni possibili.Prima che un progetto acquisti contorni determinati si muove dentro di noi come
possibilità, come un sogno da realizzare, come un desiderio, una spinta.

vis2

E‟ il desiderio di un “oggetto” assente a dare origine al movimento e a stimolare la prefigurazione di risorse e mezzi volta a ottenere la sua realizzazione.

L’obiettivo permette un orientamento dell’azione, che si organizza logicamente intorno a qualcosa e l’azione stessa si determina come intenzione (un dirigersi verso), decisione (ciò che si vuole) e realizzazione (obiettivo già raggiunto).

Solo con una chiara e dettagliata idea di quelli che sono i tuoi propri obiettivi la mente riesce ad organizzare comportamenti in funzione del raggiungimento dell’obiettivo stesso.

Matteo SIMONE

Psicologo 380.4337230


http://www.psicologiadellosport.net

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...