Come divertirsi a Natale smaltendo le abbuffate, la Tapasciata di Caracalla

Come smaltire le abbuffate natalizie ? E’ semplice basta partecipare alla “tapasciata” di Natale , una bellissima corsetta a ritmi assolutamente controllati ,che tutti gli anni si fa il 25 dicembre con appuntamento al biscotto delle Terme di Caracalla.

Continua a leggere

Annunci

Grandi atleti, Grete Waitz una delle migliori maratonete della storia

slide_336585_3402087_free

Grete Waitz è stata una delle maratonete più forti che ci siano state , vincitrice di ori olimpici e mondiali sulla maratona e pluri-vincitrice della Maratona di New York , purtroppo scomparsa nel 2011 a causa di un tumore.

Nata a Oslo ha vinto in questa specialità l’argento olimpico a Los Angeles 1984 e l’oro mondiale ai campionati mondiali del 1983; ha inoltre vinto nove volte la maratona di New York, e più volte ha migliorato il record mondiale nella specialità (wikipedia).

In precedenza aveva gareggiato con buoni risultati anche nelle gare di fondo e mezzofondo su pista, correndo per la prima volta alle Olimpiadi nel ’72 sui 1500 e realizzando poi per due volte il record mondiale nei 3000 tra il ’75 e il 76’, sempre nel meeting “casalingo” di Oslo. Continua a leggere

Sport e Mente , La paura di vincere

La paura di vincere

Matteo SIMONE

PAURAdivincere

Può succedere che quando un atleta sperimenta un successo non preventivato, viva la preoccupazione di dover dimostrare di valere tale prestazione e quindi sperimenta ansia per la prossima prestazione dove tutti aspetteranno una sua conferma o meno.

E’ importante per l’atleta o la squadra una buona preparazione mentale volta alla gestione della vittoria ed allo sviluppo dell’autoefficacia personale che ti permette di tirare fuori le risorse personali quando devi affrontare una situazione difficile o sfidante.

Inoltre è importante per chi sperimenta un successo inaspettato sviluppare anche la resilienza che ti permette di affrontare e gestire eventuali successive non vittorie o sconfitte. Continua a leggere

Sport e Mente , Il vantaggio di fermarsi

Matteo SIMONE

 iStock_Running_2

KABAT-ZINN nel suoi testo “Dovunque tu vada ci sei già. In cammino verso la consapevolezza” (1) illustra l’importanza del non fare, di fermarsi, di sperimentare l’essere: “Un buon modo di interrompere le nostre occupazioni è passare per un momento alla ‘modalità dell’essere’. Valutate semplicemente questo momento, senza tentare affatto di cambiarlo. Cosa sta accadendo? Cosa provate? Cosa vedete? Cosa sentite? Continua a leggere

Sport e motivazione , La paura di non farcela

Matteo SIMONE

LApauradinonfarcela

Si soffre spesso di ansia che si presenta con palpitazioni e tremore delle mani. La paura di non farcela può portare a pensieri negativi e alla successiva ansia.

In questi casi è importante focalizzarsi sul respiro, fermarsi ed osservare quello che succede ascoltando il respiro, pian piano il respiro rallenta, si può osservare la diminuzione delle palpitazioni e del tremore delle mani. Continua a leggere