Italiani sul podio maschile e femminile alla maratona di Roma dopo 10 anni

Jamel Chatbi deborah-toniolo-maratona-roma-22-marzo-2015-300x300

Matteo SIMONE

 

Ho sempre amato correre, è qualcosa che puoi fare da solo, unicamente grazie alla tua volontà. Puoi andare in qualsiasi direzione, correre lento o veloce, o contro vento se ne hai voglia, scoprire nuovi luoghi usando solo la forza dei tuoi piedi ed il coraggio dei tuoi polmoni.

(Jesse Owens)

Domenica 22 marzo 2015, da via dei Fori Imperiali sono partiti oltre 15.000 runner provenienti da 111 nazioni. A seguire è partita anche la stracittadina di 5 km RomaFun, con più di 50.000 persone al via. 11.516 maratoneti sono arrivati al traguardo, gli uomini sono stati 9.257, le donne 2.259. Inoltre, sono arrivati al traguardo anche 11 handbiker. Tra gli arrivati anche Ziegner Agner, l’incredibile 74enne tedesca che ha completato a Roma la sua maratona numero 1886.

I primi a tagliare il traguardo della stracittadina di 5 km sono stati tra le donne Jenna Wyns, cittadina belga di 22 anni, mentre degli uomini ha vinto Fasil Giacobbe, sedicenne romano di origine etiope, della società Colosseo 2000.

IMG_2650227673866Il pluricampione mondiale della 100km, Giorgio Calcaterra ha corso due volte consecutive la Maratona di Roma, ha corso due giri uguali, di cui il primo, gareggiando con i top atleti ha chiuso al nono posto in 2h34’26” e, il secondo giro da solo, per accompagnare al traguardo l’ultimo podista in gara. Ma all’arrivo della maratona competitiva viene fermato in quanto sorteggiato all’antidoping e riparte per il secondo giro dopo un’ora e 20 minuti di attesa per completare il controllo e giungere di nuovo al traguardo assieme con Elio Lomuscio, 70enne di Barletta

Per quanto riguarda la maratona competitiva di 42 km, vi è dominio Etiope con primi due uomini e prime due donne ed atleti Italiani a completare il gradino più basso del podio sia maschile che femminile. L’ultima volta che due azzurri erano arrivati tra i primi tre in entrambe le prove era stato nel 2005, quando Alberico Di Cecco vinse la gara maschile e Tiziana Alagia fu 2° tra le donne.

Abebe Negewo Degefa, in una giornata difficile a causa di pioggia e vento. Tra le donne si è invece imposta. Al secondo posto si sono classificati altri due connazionali, e la 26enne Alem Fikre Kifle (2:31:01).

Nella corsa femminile, è la 21enne Meseret Kitata Tolwak in 2:30:25 a salire sul gradino più alto del podio, seconda, Fikre Alem Kifle, terza la 37enne atleta di Schio, Deborah Toniolo, in forza al GS Forestale.20150320_204902

In campo maschile a trionfare è il 30enne Abeba Degefa Negewo che vince in 2:12:23, 2° l’etiope, il 20enne Birhanu Addissie Achamie (2:12:32), 3° l’italiano esordiente, di origini marocchine Jamel Chatbi (classe ’84 della Atletica Riccardi Milano), 4° Dadi Feyera Gemeda (ETH) 2:15:05, 5° il 40enne Ruggero Pertile della Assindustria Sport Padova, vincitore a Roma nel 2004, 6° Weldon Kiprono Korir (KEN) 2:22:18, 7° Nekatibeb Nurelign Tekeste (ETH) 2:25:58, 8° Michael Kalomiris (GRE) 2:29:30, 9° Giorgio Calcaterra (ITA) 2:34:26. Era dal 2006 che un italiano non saliva sul podio, quando Daniele Caimmi fu 2°.

Tra le dichiarazioni dei protagonisti emerge molta sofferenza per la pioggia e il vento, difficoltà per il fondo scivoloso e non riuscivano a correre bene, ma comunque soddisfazione per il risultato ottenunto e l’incitamento del pubblico. Jamel Chatbi (3°arrivato) è contento, era la sua prima maratona e le condizioni erano davvero difficili ed ha sofferto molto per i crampi.20150322_165953

Le atlete dell’Etiopia erano ben allenate, ma non è stato possibile per correre forte. Non c’è stata collaborazione tra le connazionali, ognuna voleva vincere”.

Degli handbiker, il podio è composto da Fabrizio Caselli che chiude la maratona con  01:30:17, dietro di lui Fabrizio Bove e Gianluca Laghi. Alex Zanardi, vincitore quattro volte a Roma, quest’anno non era al via a causa di un infortunio alla clavicola.

Segnalo un Convegno, in data 15 APRILE 2015 a PERUGIA presso la Sala Coni, Via Martiri dei Lager 53, dal titolo “SPORT PARALIMPICI A CONFRONTO. Esperienze, Caratteristiche, Preparazione atletica” organizzato dal Gruppo Italiano Paraequestre.

Informazioni: formazione@gruppoitalianoparaequestre.it.

 

10846184_668842043230735_64768071943031259_nMatteo SIMONE

3804337230- 21163@tiscali.it

www.psicologiadellosport.net

http://www.ibs.it/libri/simone+matteo/libri+di+matteo+simone.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...