Raccolta firme per la riapertura della pista delle terme di Caracalla

Per la mancata apertura della pista delle terme di Caracalla si raccolgono le firme per la lettera che sarà inviata all’assessore.

Chi vuole aderire lasci la sua firma qui:

https://docs.google.com/forms/d/1BEtNkO-hA3EBzY3UyUJw1yToczgQhy01WAPVawR1KvM/viewform?c=0&w=1

Questa la lettera che sarà inviata:

Gentile Assessore Marinelli,

ci rivolgiamo a Lei per ottenere una risposta riguardo la mancata riapertura dello Stadio delle Terme di Caracalla. Come Ella saprà l’impianto è di proprietà del Comune di Roma e concesso in gestione alla Fidal regionale. Ebbene Le significhiamo che, a seguito dei recenti lavori di manutenzione (ormai ultimati da quasi un mese) e nonostante gli annunci di apertura, ad oggi siamo ancora in attesa di poter usufruire del servizio. Sicuramente saprà che nel frattempo quello stesso campo ha ospitato ben due eventi sportivi di grande rilievo.Le rammentiamo che la città (peraltro candidata ad ospitare le olimpiadi) è praticamente priva di campi di atletica in quanto inagibili, vetusti, destinati ad altro (vedi Stadio dei Marmi ospitante addirittura eventi ippici!!). Tutto ciò rende la “vita atletica” della città veramente difficile, e ora addirittura impossibile. Il campo delle Terme è senza alcun dubbio il più importante polo sportivo di buona parte della città di Roma. Soprattutto per bambini e ragazzi che seguono le scuole di atletica organizzate al suo interno. Continua a leggere

Annunci

La pista delle terme di Caracalla ancora chiusa

Purtroppo la pista delle terme di Caracalla non riaprirà a causa di problemi burocratici tra fidal e comune.La colpa non si sa da che parte sia .La data della riapertura resta un mistero ,l’unica certezza è che non e’ vero che avrebbe riaperto il 23 settembre 2015 come riportato nel sito della fidal Lazio.FB_20150903_10_55_16_Saved_Picture

Continua a leggere

Domani Flash Mob di protesta per la riapertura della pista delle terme di Caracalla

Domani h 18 flash mob davanti la pista delle terme di Caracalla per la mancata apertura della pista .

Corriamo per far aprire la pista dallo stadio all’assessorato una corsa di gruppo di un chilometro e mezzo per chiedere un intervento immediato all’unica persona che può farlo. Appuntamento alle ore 18 all’entrata dello stadio e alle 18:10 a piazza Campitelli

FB_20150903_10_55_30_Saved_Picture

Lettera all’Assessore Marinelli per l’apertura del “Nando Martellini”

Condivido la lettera inviata all’assessore da Daniele Frongia presidente della commissione sport .Purtroppo la pista delle terme di Caracalla continua ad avere problemi.

Scritto da Movimento 5 Stelle Roma il 22 Set, 2015 12:59:24

affidamento_provvisorio_caracalla.jpgGentile Assessore,

Le scrivo per offrire il mio contributo volto ad evitare il paradosso di avere finalmente una nuova pista di atletica e non poter aprire lo stadio.

Come saprà, nel corso degli ultimi due anni la Commissione da me presieduta ha sollecitato più volte i suoi predecessori, Luca Pancalli e Paolo Masini, al fine di giungere ad un affidamento definitivo dello stadio delle Terme di Caracalla, che invece è stato affidato provvisoriamente per un anno e successivamente prorogato per un altro anno. Continua a leggere

Allenamento: AAA CERCASI ATLETI per allenarsi insieme!

Si cercano atleti per creare un gruppo di allenamento (su pista) in cui si possano scambiare lavori,tecnica e per praticare l’atletica leggera in maniera ancora più divertente.Troppo spesso ci si ritrova ad allenarsi da soli (soprattutto se non si è un fenomeno) quindi perché non riunire tutti coloro che amano correre, che amano l atletica leggera e che magari si vogliono togliere qualche sfizio in termini di prestazioni sportive?

Non si stanno cercando fenomeni ma ragazzi di Roma che corrono in pista e vogliono migliorarsi o anche che vorrebbero iniziare e non lo hanno mai fatto .

Per informazioni contattare

astrambienteroma@libero.it

o

penna.alessandra@libero.it

banner 468x150

Andrew Howe ancora una volta infortunato dichiara di non voler mollare

 

andrew how2Matteo SIMONE

Esperto in psicologia dello sport

Andrew Howe (Los Angeles, 12 maggio 1985) è un atleta italiano di origine statunitense, specializzato nella velocità e nel salto in lungo.

Cresciuto a Rieti, la sua prima medaglia importante, un bronzo, arriva nel salto in lungo ai Campionati Mondiali giovanili di Debrecen nel 2001 all’età di 16 anni.

È il detentore del record italiano outdoor (8,47 m) e indoor (8,30 m) del salto in lungo, in questa specialità, vince l’Oro ai Mondiali Juniores 2004 (Oro anche nei 200m -20″28, seconda prestazione italiana all-time), agli Europei 2006, agli Euroindoor 2007, e Argento ai Mondiali 2007 e Bronzo ai Mondiali Indoor 2006.

Andrew Howe, bloccato in questa stagione da un infortunio al retto femorale, ancora una volta dichiara di non voler mollare e si spera che questa sia la volta buona, un grande ritorno atteso da tanto e da tanti: “Continuerò ad allenarmi in Svezia, ma passerò certamente alcuni periodi di allenamento a Formia”.

Da gennaio si allena a Goteborg, in Svezia, sotto la guida tecnica di Yannick Tregaro. Nei giorni scorsi è incappato in un nuovo infortunio ma Andrew dalle sue dichiarazioni emerge una grande motivazione a fare bene ed appare essere molto più maturo e determinato nei suoi obiettivi, sembra aver sviluppato anche una sorta di resilienza, nonostante gli infortuni vuole dimostrare a tutti di avere ancora le carte in regola per fare bene.  Continua a leggere

No Limits Sport: integrazione delle persone non abili e con difficoltà

285125

Matteo SIMONE

Psicologo, Psicoterapeuta

 

Lo sport ha il potere di cambiare il mondo. Ha il potere di suscitare emozioni. Ha il potere di unire le persone come poche altre cose al mondo. Parla ai giovani in un linguaggio che capiscono, Lo sport può creare speranza dove prima c’era solo disperazione. E’ più potente di qualunque governo nel rompere le barriere razziali. Lo sport ride in faccia ad ogni tipo di discriminazione.

(Nelson MANDELA)

La manifestazione “No Limits Sport” si fonda sull’individuazione dello sport di squadra, quale strumento di inclusione sociale e di favorire l’affermazione dei valori culturali e sociali per la piena integrazione delle persone non abili e con difficoltà sociali, nello sport e nella vita, attraverso l’organizzazione in sinergia con Associazioni, Federazioni ed Enti sportivi, Istituzioni, etc, di eventi sportivi che includono squadre formate da Atleti non abili o affetti da malattie rare  e/o in compagini con  persone abili.

In data 26 settembre p.v, presso il Centro sportivo “Longarina”, via di Castel Fusano nr. 79 – Roma, sarà organizzato un Torneo di calcio A/5, con inizio alle ore 16.30, finalizzato alla raccolta fondi a favore dell’Associazione AIDEL 22 (Sindrome da microdelezione del cromosoma 22).   Continua a leggere

Mennea Day 2015…ancora una volta l’atletica romana non ha pace

mennea day

Pietro Mennea, uno dei più grandi campioni che l’atletica e lo sport italiano in generale abbiamo mai avuto, è mancato nel marzo del 2013. Al tempo, si sottolineò che Mennea fu in una qualche maniera dimenticato al termine della sua carriera sportiva e la sua esperienza non valorizzata nel modo corretto. Ora si sta facendo, se possibile, peggio.
A Pietro Mennea è stato intitolato lo stadio dei Marmi, gestito dal CONI, ed indetto il ‘Mennea Day’, il 12 Settembre, ricorrenza del suo grande record del mondo sui metri 200 a Città del Messico in 19″72; nell’occasione del Mennea Day, in vari stadi d’Italia, atleti e ragazzi che si avvicinano per la prima volta all’atletica, possono cimentarsi nella distanza dei 200, nella quale il campione barlettano vinse l’oro nel 1980 alle Olimpiadi di Mosca.
A Roma, la prima edizione del Mennea Day nel 2013, svoltasi ovviamente allo stadio ‘Pietro Mennea’, ex stadio dei Marmi, vide una entusiastica partecipazione, con moltissimi campioni che accompagnarono Pietro nella sua lunghissima carriera, come Alberto Juantorena, Tommy Smith (a cui Mennea tolse il record del mondo sui 200), Sara Simeoni e molti altri. Nel 2014, il Mennea Day di Roma fu nuovamente un successo, inserendosi a buon diritto tra le ‘classiche’ dell’atletica romana. Anche in quell’occasione, si svolse allo stadio ‘Pietro Mennea’.

 Quest’anno, lo stadio ‘Pietro Mennea’, in occasione del ‘Mennea Day’, sarà occupato da una manifestazione ippica, il ‘Longines Global Champions’, che peraltro impedisce, per lavori di sistemazione, anche in questa prima parte di Settembre di utilizzare il campo ‘Pietro Mennea’ per quello che è, ovvero uno stadio (bellissimo) di atletica. Continua a leggere

Intervista a tre ultrarunner

intervista a tre ultrarunner

Matteo SIMONE

Tra gli ultramaratoneti intervistati, in particolare tre atleti fanno parte di un gruppo facebook dal nome 365 giorni di sport che ha l’obiettivo di coinvolgere le persone a fare sport, a raccontare del proprio sport, degli attrezzi che utilizzano, dei luoghi di allenamento o di gara.

INTERPRETI E TRADUTTORI

Interessanti ho trovato le risposte di Silvio Cabras, Alessandro Torchiana e Susanna Forchino che riporto di seguito.

Qual è stato il tuo percorso per diventare un ultramaratoneta? Continua a leggere