“Sport Senza Frontiere” alle maratone di Milano e Roma

Matteo SIMONE

www.psicologiadellosport.net

 

Le prossime due domeniche si svolgeranno due maratone importanti in Italia, Domenica 3 aprile è in programma la maratona di Milano e domenica 10 aprile ci sarà la maratona di Roma.

xFOTOdi_jpeg_pagespeed_ic_afKn4Pqnd7.jpgL’associazione onlus sport Senza Frontiere parteciperà ad entrambe le maratone con rappresentanti maratoneti che correrrano invogliando gli spettatori, amici, parenti a donare per il Progetto For Good che permettte bambini e ragazzi in condizioni disagiate di fare sport ed essere monitorati dal punto di vista medico.

Quindi si tratta non solo di una sfida sportiva per i maratneti che partecipano, ma anche una sfida nel raccogliere fondi per permettere a minori di essere più resilienti attraverso lo sport.

In particolare a Milano si svolgeranno delle staffette tra circa 2.500 squadre di 65 onlus e tutti i concorrenti potranno contribuire alla raccolta di fondi per finanziare attività di volontariato o di beneficenza.

Sport senza Frontiere schiererà in staffetta a Milano Lucilla Andreucci, argento alle Universiadi di Catania 1997, che correrà la prima frazione e passerà poi il testimone all’afghano Reza che lo passerà a sua volta dopo 10 km all’ivoriano Moussa, quarto e ultimo frazionista sarà il recordman ultrarunner Giorgio Calcaterra, vincitore di tre titoli mondiali sui 100 km.

x_MG_7353_MG_7353,P20copia_jpg_pagespeed_ic_AW3ouDzPw4.jpgGiorgio ha vinto per dieci anni consecutivi la 100 chilometri del Passatore, da Firenze a Faenza. Giorgio ad un mio questionario rispose alla domanda hai un sogno nel cassetto? “Correre a 100 anni una 100km sotto le 10 ore non sarebbe male!!”

Ma anche a Roma domenica 10 aprile Sport Senza Frontiere schiera i suoi maratoneti e tra i tanti c’è il sottoscritto. Attraverso il Progetto “FOR GOOD”, l’associazione onlus Sport Senza Frontiere ha scelto di aderire al Charity Program della Maratona di Roma al fine di reperire su Roma i fondi necessari a garantire a 15 bambini svantaggiati un percorso sportivo di un anno integrato da uno screening e monitoraggio sanitario. http://tinyurl.com/j4m3sjm

Continua a leggere

Annunci

Silvio Cabras, dalle gare di 6 km fino ad arrivare all’ultramaratona

Matteo SIMONE

www.psicologiadellosport.net

 

Tra gli ultramaratoneti intervistati, in particolare Silvio Cabras, fa parte di un gruppo facebook dal nome 365 giorni di sport https://www.facebook.com/groups/365giornidisport/?fref=ts che ha l’obiettivo di coinvolgere le persone a fare sport, a raccontare del proprio sport, dei luoghi di allenamento o di gara.

Il gruppo 365 giorni di sport, nato su Facebook ha lo scopo di condividere  una serie di pillole di esercizio fisico a costo zero, per aumentare l’autoefficacia; si svolge tutto con gradualità, rispettando i tempi e i ritmi dettati dal corpo. In pratica, chi si iscrive deve condividere sul social network l’attività fisica che svolge.

Riporto di seguito le interessanti risposte, di alcuni mesi fa, di Silvio Cabras ad un mio questionario.

Cosa significa per te essere ultramaratoneta? “Per me essere ultramaratoneta significa riuscire a fare qualcosa che per molti sembra impossibile!”

Qual è stato il tuo percorso per diventare un ultramaratoneta?”Ho iniziato a correre una decina d’anni fa per perdere peso, in quanto ero sovrappeso, dopo un po di tempo ho cominciato a vedere dei risultati, allora siccome da ragazzo avevo partecipato a qualche garetta ho pensato di iscrivermi ad una società per poter partecipare a qualche gara, da allora piano piano sono entrato nel mondo del podismo e gradatamente ho aumentato il kilometraggio…dalle gare di 6 km. 10 km. e via via fino ad arrivare all’ultramaratona!”

Un passo alla volta si può fare tutto con impegno, costanza, determinazione, e graduale incremento progressivo dell’autoefficacia, aiutati anche da uun gruppo virtuale che ti supporta che stimola anche l’incontro di piccoli gruppi in varie occasioni, per rafforzare la vogloie e l’intenzione di continuare a fare sport per continuare a sentirsi bene e trarne benefici.

Continua a leggere