Domenico Martino: la forza dell’amore supera ogni ostacolo

Matteo SIMONE

www.psicologiadellosport.net

 

Fa sempre piacere incontrare gli amici ultrarunner, Domenico Martino l’ultramaratoneta di Lucera, l’ho conosciuto di persona ad una gara di 6 ore di corsa a piedi a Lucera dove lui risiede e poi l’ho rivisto in occasione della maratona di Roma dove io risiedo.

IMG-20160604-WA0046.jpgUltimamente Domenico ha fatto due importantii prestazioni, una gara di 100km da Firenze a Faenza, la classicissima per gli ultrarunner dal nome Il Passatore, e la settimana successiva la prima edizione della 6 ore di Cambobasso in una pista di atletica ottenendo il secondo posto. Inoltre sabato 11 giugno alla 50 km del Gargano un’altro podio, 12° assoluto e 3° di categoria 05h07’ percorso durissimo e molto tecnico. Leggiamo cosa ne pensa l’interessato di queste sue ultime prestazioni.

Come sono state le due ultime gare? “Dottore carissimo buonasera. È un piacere rispondere al suo questionario. Lei è un supporto psicologico, per me è davvero importante avere una persona a fianco per queste gare estreme.  Ho tanto da raccontare…….ho scoperto un altro punto di forza per affrontare e avere risultati per la corsa. Resta un segreto? Lo possiamo raccontare? Se lo mettiamo in atto noi tutti runner diventiamo tutti campioni……Il mese di Maggio è stato pieno di lavori ed emozioni. Tanti km, oltre 400 tra allenamento Passatore e 6 Ore il 04-06-2016 a Campobasso. Iniziamo dal Passatore per me è stata la 9^ consecutiva.”

IMG-20160604-WA0031.jpgLe diverse difficoltà che hai riscontrato, i momenti più difficili e più emozionanti, la soddisfazione più grande? “Il caldo all’inizio ha distrutto tutti gli atleti, sono riuscito a coinvolgere 2 amici che hanno fatto per la prima volta questa gara Pasqualino Onofrillo e Fabio Zara il risultato per me non ha importanza ho chiuso in 12h31’58” ma la soddisfazione è stata appunto quella di stare insieme a questi amici e vivere questa gara che tutti i podisti hanno come sogno nel cassetto. Passati appena 7 giorni vado a fare la 6 Ore in pista a Campobasso, davvero una pazzia girare per 6 ore su una pista d’atletica di m.420 e riuscire a percorrere km.62.880 con un podio 2°Assoluto dietro ad un amico Michele de Benedectis con il quale abbiamo deciso di chiudere questa gara insieme con un traguardo mano nella mano con gioia e tanta emozione. Questo è saper fare Sport non ci siamo sfidati, non avrebbe avuto senso arrivare 1° la mia gioia è stata arrivare e salire sul podio con lui. Ho fatto oltre 40 km con il presidente della Podistica Lucera Nicola Bellebuono che mi ha aiutato tanto..” Continua a leggere