Tagliare il traguardo con il fisico e con la testa

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net/eventi.htm

 

La competizione sportiva non è fatta solo di muscoli e fisico ma anche di testa per non trascurare nulla, per fare attenzione a tutto, a tutto ciò che sentiamo,, che sperimentaimo, è importante prevenire qualsiasi incidente, qualsiasi malore. A volte capitaono le crisi dovute ad una preparazione fisica non accurata ma a volte è importante anche una buona preparaizone mentale, che ti faccia fare attenzione a quello che ti accade in gara, ai rischi a cui si può incorrere, a volte è imprtante anche una preparaizone nutrizionale per affrontare e gestire una competizione difficile in ambiente ostile con tatnto calore ed umidità. Il vero atleta è quelo che si allena ma che si prepara anche mentalmente, che si documenta, si informa, è un calcolatore di energie a disposizone, è sempre posto a ricolmare i propri serbatori energetici per evitare crisi, malori e collassi che spesso avvengono.

7-14508655_1799384483684134_1497073831_nImportante considerare le proprie sensazione, fare un lavoro di osservaizone interna focalizzata alle proprie sensaizoni, alle proprie esigenze, per conoscersi meglio, per scoprirsi sempre di più, ed anche un’osservaizone esterna, all’ambiente circostante agliavversari. E’ un campione non solo la persona muscolosa che ha fisico ma ache la persona che non trascura nulla, sa che ai ristori bisogna integrarsi, sa che può correre quanto vuole, può andare avanti a tutti ma se ha trascurato di integrare sufficientemente poi sarà costratto a fermarsi è come le gare di formula uno che bisogna avere i serbatoi pienei ed andare alla giusta velocità se consumi troppo la macchina si ferma.

Pertanto vince chi usa la giusta alcunia tra fisico, mentale e nutrizionale qundi prepararsi da subito nelle scuole calcio, nelle scuole di triathlon ed in qualsiasi scuola l’importanza dell’aspetto fisico, mentale e nutrizionale.

Uno degli ultimi episodi di crisi si è verificata al mondiale di triathlon a Cozumel, in Messico. La persona che era al comando espertissima, Jonny Brownlee atleta britannici argento a Rio e bronzo a Londra, quando mancavano 200 metri al traguardo iniziava a barcollare ed ha rischiato di fermarsi, in realtà la gara poteva finire perché sarebbero dovuto intervinire i medici per tutelarlo e per soccorrerlo, ma in seconda posizione sopraggiungeva il fratello Alistair, due volte oro olimpico Rio e Londra, che lo soccorreva e lo trasportava quasi di peso al traguardo spingendolo oltre la linea dell’arrivo facendogli guadagnare la seconda posizione ed arivando terzo lui, entrambi superati dal sudafricano Henri Schoeman che vince la prova. Alessandro Fabian, 11° al traguardo è il migliore degli azzurri. Dopo il traguardo Jonny viene finalmente soccorso e trasportato in ospedale.

jonny-brownlee.jpgIl gesto è apprezzato in tutto il mondo, un gesto fraterno di generosità, ma lo sport è di tutti e pertanto il gesto di generosità se da una parte ha permesso ad un atleta di giungere al traguardo, dall’altra parte non è stato apprezzato da diretti inseguitori che si sono visti davanti un atleta in crisi che forse si sarebbe fermato senza aiuti.

In diverse gare succede che l’atleta va in crisi e viene soccorso per prevenire un male peggiore, per intervenire al più presto da punto di vista sanitario.

Ma ognuno può valutare l’episodo in base alla propria sensibilità.

untitled6.pngA tale proposito vorrei segnalare un convegno su sport, benessere e nutrizione dove intervegno anche io in qualità di relatore sugli aspetti che incidono su benessere e performance. L’evento si terrà il 7 ottobre ore 17.00.

 

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net/eventi.htm

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...