L’atletica sarà promossa a scuola ma anche in luoghi frequentati dalle famiglie

Matteo SIMONE

 

Presentato al Miur il nuovo progetto Generazione atletica che promuove valori e stili vita corretti. L’obiettivo è la promozione dell’attività fisica tra gli studenti degli istituti secondari di primo grado e alle loro famiglie, ma anche promuovere benessere attraverso corretti stili di vita che prevedano un’alimentazione equilibrata, il rispetto di se stessi, delle regole e del prossimo.

14705896_10207358544057594_666193267889236322_nIl progetto interesserà 500 classi in 14 città italiane (Ancona, Bari, Bergamo, Brescia, Catania, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Pescara, Piacenza, Roma, Torino e Verona), prevede fasi di studio, di competizioni e ludiche. Il progetto si svilupperà nel 2017 declinandosi in tre fasi.

Il progetto prevede una prima fase educational: in classe con la realizzazione di elaborati (video, racconto, articolo di giornale o reportage fotografico) su tre temi incentrati sul valore dell’atleta, il valore del team e i colori dell’alimentazione.

La seconda fase competitiva: attraverso sfide di velocità, lanci e salti che si svolgeranno negli impianti d’atletica sul territorio individuati dalla Fidal.

La terza fase ludica: nei Commerciali Auchan e IperSimply, dove si potranno organizzare giochi e sfide coinvolgendo i giovani e le famiglie, sportivi e non, all’insegna del divertimento.

Le scuole avranno tempo fino al prossimo 23 dicembre per iscriversi al progetto, ricevendo un poster per ogni classe partecipante e flyer per gli studenti. Già 230 classi aderenti ad apertura delle iscrizioni, gli istituti che iscriveranno almeno tre classi riceveranno un kit di attrezzature sportive e avranno la collaborazione di tecnici delle società FIDAL del territorio (individuati grazie al supporto dei Comitati Regionali) per affiancare l’insegnante. Informazioni alla mail segreteriagenerazioneatletica@fidal.it

14232421_1084286881607865_8266808411992338721_nIl 19 Ottobre, presso la sede del MIUR, è stato presentato il progetto ‘Generazione atletica’ dalla coordinatrice Sara Simeoni (oro olimpico di salto in alto a Mosca 1980), accompagnata da Fabrizio Donato (bronzo olimpico di salto triplo a Londra 2012 delle Fiamme Gialle) e Marco Fassinotti (Aeronautica) in veste di testimonial. Sono intervenuti il presidente della FIDAL Alfio Giomi, il Sottosegretario di Stato Gabriele Toccafondi, il direttore Corporate Social Responsibility del CONI Teresa Zompetti e Carlo Delmenico, Direttore Responsabile Sociale d’Impresa Auchan e Simply.

Hanno partecipato alla presentazione anche 60 ragazzi provenienti da due fra le classi già iscritte al progetto (dell’IC BUozzi e l’IC Piaget Majorana di Roma) che hanno intervistato Sara Simeoni, Fabrizio Donato e Marco Fassinotti, i tre campioni di ieri e di oggi, sul sito della FIDAL è possibile leggere le interviste http://www.fidal.it/content/Sara-Simeoni-per-la-Generazione-Atletica-/103019

Gabriele Toccafondi (Sottosegretario di Stato): “12.000 ragazzi saranno coinvolti nel progetto e ne usciranno arricchiti perché lo sport è una palestra di valori e un volano per l’integrazione. Occorre il sacrificio, occorre il lavoro, occorre rialzarsi dopo una caduta. Per sua natura, lo sport è da sempre una palestra straordinaria di valori positivi, uno strumento di eccellenza di partecipazione ed integrazione per i ragazzi. Questa iniziativa è una bella testimonianza di un vivo e costante dialogo tra scuola e mondo dello sport”.

13320862_10208183355599910_480243643745479000_o.jpgAlfio Giomi (presidente della FIDAL): “Siamo da sempre convinti che la promozione dell’atletica fra i giovani sia fondamentale non solo per il movimento, ma anche per la salute dei ragazzi, e quindi degli adulti di domani. Lo sport educa a stili di vita all’insegna del benessere, diventando così uno strumento prezioso per crescere una popolazione più sana e consapevole. Un motivo in più per essere fieri di “Generazione Atletica”, che porta l’Atletica nelle scuole, promuovendone la pratica ma anche i valori: l’onestà e la dedizione, il rispetto delle regole, di se stessi e degli altri. All’interno del progetto una particolare attenzione è riservata all’educazione alimentare. Un ringraziamento sentito va al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca che oggi ci ospita: essere qui ha un significato particolare, e ne siamo particolarmente onorati”.

Teresa Zompetti (CONI): “Siamo molto contenti che lo sport continui ad entrare nelle scuole, il luogo più adatto per trasmettere la cultura sportiva ai più piccoli. L’avvicinamento dei bambini allo sport è uno strumento positivo a favore di una società che ha bisogno di diventare sempre più inclusiva e i valori dello sport sono un supporto fondamentale. L’atletica praticata nelle scuole permette di dare delle basi ai bambini per qualsiasi sport decidessero di praticare nel futuro”.

Carlo Delmenico (Auchan e Simply): “Questo progetto segna un’evoluzione importante del lungo percorso intrapreso in questi anni per promuovere tra le nuove generazioni e le famiglie i principi di alimentazione equilibrata. Insieme a FIDAL siamo riusciti ad abbinare in modo efficace i valori di benessere alimentare a quelli del benessere fisico attraverso lo sport e le emozioni che sa trasmettere in modo immediato e trasversale.”

13220614_1081107085286998_9209303785771496142_o.jpgSara Simeoni: “Se mi sono avvicinata all’atletica e me ne sono appassionata, il merito è proprio della scuola, un luogo d’elezione per educare i bambini alla pratica sportiva. Questo progetto è importante perché permette all’atletica di entrare negli istituti scolastici in modo deciso. Da insegnante sono convinta che è fondamentale che i ragazzi imparino i gesti base dell’atletica: camminare, correre, saltare e lanciare, alla base di tutti gli sport. Ci tengo a lanciare un messaggio per tutti i giovani: non abbiate fretta di far risultati nello sport.”

Fabrizio Donato: “Come atleta, marito e papà mi sento molto vicino ai valori espressi da questo progetto. Ho compiuto 40 anni e ho appena intrapreso con qualche novità l’ennesima preparazione invernale della mia carriera: punto alla stagione indoor dove spero di divertirmi e di farvi divertire ancora.”

Marco Fassinotti: “Una bella iniziativa, penso che la promozione del nostro sport e di uno stile di vita sano passi anche attraverso questo tipo di attività. Per quello che mi riguarda, sono ancora in recupero dall’infortunio e per me niente stagione indoor. Spero di tornare in tempo per i Mondiali di Londra 2017.”

Inoltre, Auchan e Simply hanno ideato l’iniziativa “Il Sogno nel Tuo Cassetto”. Ogni professore iscritto al progetto potrà esprimere il Sogno per sostenere e favorire la pratica sportiva nella propria scuola. Un’apposita Commissione visionerà tutti i Sogni e selezionerà un progetto da realizzare che si aggiudicherà un contributo di 10.000 euro. Così “Il Sogno nel Tuo Cassetto” si trasformerà in un’azione concreta dedicata alla scuola.

14067826_10206889954903158_3036228606885676425_o.jpgLibri sulla psicologia dello sport, esercizio fisico, benessere e performance, sono reperibili presso Frizzi e Lazzi in Corso Manfredi 303, Manfredonia.

 

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net/eventi.htm

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...