Francesco Cannito, ultrarunner: volevo superare la soglia dei 180 km

Matteo SIMONE

www.psicologiadellosport.net

 

Francesco ha fatto passi da gigante da quando, qualche anno fa, mi disse che voleva provare a fare una gara di 100km e chiedeva consigli e libri per documentarsi, gli consigliai il mio libro dal titolo “O.R.A.: Obiettivi, Risorse, Autoefficacia, come raggiungere obiettivi nella vita e nello sport” e nel giro di pochi anni ha fatto non solo la 100km ma ha anche raddoppiato portando a termine la nove colli ed ultimamente arrivando tra i primi a gare di corsa della durata di 24 ore.

12316545_1650176078595437_7938414896764011339_nSe hai un sogno, se ti sei messo in testa degli obiettivi a cui tieni, fai di tutto per trasformare i sogni in realtà, ti documenti, ti impegni, segui gli amici più esperti, se non riesci all’inizio non molli ma ci riprovi più determinato, con più entusiasmo e sempre con il sorriso e la serenità.

E’ quello che ha fatto Francesco, un passo alla volta, maratona dopo maratona ha costruito il suo carattere e la sua personalità da ultrarunner, presente ad ogni manifestazione running impegnativa, incontrando sempre gente che si mette in gioco sulle lunghe distanze, famigliarizzando con tutti e prendendo da ognuno quello che gli serve per essere più performante.

Domenica 4 dicembre Francesco ha disputato la 24 ore di corsa a piedi a Lavello totalizzando 178,163km ed arrivando terzo assoluto preceduto solamente da Taliani Massimo 182,583km e dal vincitore assoluto Michele Debenedictis 196km.

Di seguito è possibile leggere le sue impressioni sulla gara.

Com’è andata? “Sono felice nel leggere il tuo messaggio. Sono già’ da un po’ in questo mondo di ultra. Ho imparato in fretta i vari comportamenti da tenere in gara…molte volte trascino alcuni runners nelle gare…alla fine ricevo alcuni messaggi di ringraziamento…sono le migliori medaglie che una persona come me può ricevere.”

Soddisfatto, avevi diverse aspettative? “Avevo preparato la gara nei minimi particolari, volevo superare la soglia dei 180 km.”

13332961_1723652151247829_7145789902548628866_n.jpgHai avuto problemi, esigenze particolari durante la gara? “Stavo andando bene fino alla 20^ ora, poi ho camminato, mi mancavano le energie, anche se ero lucido e non avevo dolori.”

Avevi ristori personalizzati, ti è mancato qualche alimento che non avevi considerato? “Non riuscivo più a bere o prendere gel. Ho un problema che devo risolvere. Porto un apparecchio sopra il palato e no sotto, per mettere a posto un dente. Sono già alcuni mesi, non riesco a masticare bene e durante la gara senza cibo solido nello stomaco, mi veniva il vomito se bevevo qualcosa.”

Sensazioni, emozioni, pensieri durante, dopo la gara? “Quando inizio una gara non sono mai in ansia. Mi preparo a vivere un sogno. Ieri quando ho iniziato pensavo come sarebbe stato bello se superavo i 180 km per far la domanda per la Spartathon. Ho passato quasi tutte le ore con questo sogno.”

Organizzata bene la gara, ristori? “Dopo tanti commenti negativi, questa volta l’organizzatore Felice Russo si è migliorato nei ristori, erano soddisfacenti.”

12573803_971461176277954_3033710507496985617_n.jpgTifo, sostegno, amici, percorso, com’era? “Cantavo e incitavo gli altri atleti (pensa feci emozionare Michele Spagnuolo quando cantai ‘Dio come ti amo’…metto anche lì il cuore.”

Prossime gare, obiettivi? “Il mio obbiettivo è quello di migliorarmi nella nove colli, domenica vado a Reggio Emilia per la maratona e la domenica dopo alle cattedrali da Barletta a Giovinazzo e come sempre correre vestito da babbo Natale.

Interessanti sono i racconti che ho raccolto su un mio testo assieme a tanti suggerimenti e metodi di psicologia dello sport che riporto sullo stesso dal titolo un libro sugli Ultramaratoneti e gare estreme http://www.prospettivaeditrice.it/index.php?id_product=357&controller=product

Iniziato a Manfredonia da Frizzi e Lazzi, continua il tour di presentazione del libro Ultramaratoneti e gare estreme. Prossima tappa sabato 11 ore 18.30 a Villanova di Guidonia, via tiburtina km26. Organizzato da: +Vista presso Biodomus.

 

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net/eventi.htm

http://www.prospettivaeditrice.it/index.php?id_product=357&controller=product

https://www.retedeldono.it/it/iniziative/a.p.s-spiragli-di-luce/matteo.simone/di-corsa-per-spiragli-di-luce

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...