Paolo Bravi, ultrarunner: la maglia azzurra credo sia il sogno di ogni ragazzino

Matteo SIMONE

www.psicologiadellosport.net

 

Domenica 27 novembre alle 09.30 io partecipavo ad una gara di 6km mentre a Los Alcazares, in Spagna, era prevista alle 07.00 la partenza del Campionato Mondiale IAU della 100 km, su un circuito di 10 km da ripetere 10 volte. La squadra maschile difendeva l’argento a squadre conquistato al precedente Campionato Mondiale svoltosi il 12 settembre 2015 a Winschoten in Olanda, dove Giorgio Calcaterra vinse la medaglia di Bronzo individuale.

15178039_10210141037834965_4239366988642047726_nQuest’anno alla partenza c’erano Giorgio Calcaterra, Hermann Achmuller, Andrea Zambelli, Silvano Beatrici, Marco Ferrari e Paolo Bravi.

Approfondiamo la conoscenza di Paolo Bravi attraverso alcune sue risposte a mie domande prima dello start.

Come ti senti alla vigilia di questo campionato? “Bene…nel percorso di avvicinamento all’evento non ho avuto inconvenienti che delle volte possono capitare, quindi mi ritengo soddisfatto.”

Quali sono le tue aspettative? “Darò il meglio di me come faccio sempre, il risultato cronometrico e in classifica dovrà essere il migliore possibile per quello che oggi posso dare.”

Com’è il clima di squadra? “Ottimo, mai visto così, per la terza volta consecutiva capitano di una grande Squadra.”

Continua a leggere

Annunci