Paolo Mannarino, runner: Far parte di una squadra non ti fa mai mollare

Matteo SIMONE

www.psicologiadellosport.net

 

Essere determinante nel portare la propria squadra al successo è una bella soddisfazione, bel risultato, bella responsabilità. Di seguito paolo racconta la sua esperienza di atleta.

Qual è stato il tuo percorso nella pratica sportiva? “Da calciatore a nuotatore fino a podista.”

Quali sono i fattori che contribuiscono al benessere e performance nello sport? “Serenità e leggerezza nella competizione.”

Cosa pensano i tuoi famigliari ed amici della tua attività sportiva? “Sono orgogliosi.”

Ti va di descrivere un episodio curioso o divertente della tua attività sportiva? “Ricordo la Triathlon di San Salvo marina dove avevo il ruolo di podista. La mia squadra era 8a. Infatti il nuotatore era arrivato tra gli ultimi. Poi il ciclista recuperò alcune posizioni. Io in quei 2km di corsa diedi l’anima per rimontare tutti gli altri concorrenti. Alla fine riuscii a completare la rimonta agli ultimi 100m e feci arrivare la squadra al 1°posto. Fu un’emozione fortissima! Sembra incredibile, ma è vero!”

14470422_1174757069301317_5478874181364030004_n.jpgCosa hai scoperto del tuo carattere nel praticare sport? “Determinazione, almeno nello sport.”

Per ora almeno nello sport, ma credo sii solo un punto di partenza, perché quello che si sperimenta nello sport, in genere poi si riesce a trasferire nella vita quotidiana, la determinazione sperimentata diventa un aspetto che può essere utile in altri aspetti della vita.

Quali sono le capacità, caratteristiche, qualità che ti aiutano nel praticare il tuo sport? “Passione, voglia di divertirmi e competizione.”

Tre ingredienti che permettono di sperimentare benessere nello sport ed anche performance, se c’è passione si è disposti ad impegnarsi duramente e costantemente ritagliandosi anche il tempo e le occasioni di divertimento, ma quando c’è da gareggiare ci si concentra per centrare l’obiettivo,

Che significato ha per te praticare il tuo sport? “Dimostrare le mie capacità senza troppo orgoglio.”

Quali sono le sensazioni che sperimenti nello sport? “Euforia.”

Quali sono le difficoltà, i rischi, a cosa devi fare attenzione nella pratica del tuo sport? “Sforzo fisico e temo in certi momenti cardiaco (ma solo nei casi estremi come cercare di sorpassare un obiettivo).”

302204_2198299241777_962541399_nImportante sempre l’attenzione ed il monitorarsi per conoscersi sempre di più ed imparare a comprendere le sensazioni sperimentate.

Quali sono le condizioni fisiche o ambientali che ti ostacolano nella pratica del tuo sport? “Stanchezza e temperature estreme.”

Cosa ti fa continuare a fare attività fisica, hai rischiato di mollare di fare sport? “Far parte di una squadra non ti fa mai mollare.”

La squadra è fondamentale, il gruppo di persone che si uniscono per condividere obiettivi individuali e di squadra ti permette di sperimentare accoglienza, sostegno, complicità e tanto altro.

Quale può essere un messaggio rivolto ai ragazzi per avvicinarsi al tuo sport? “Lo sport è divertimento, emozioni, nuove amicizie e soprattutto salute.”

Ritieni utile la figura dello psicologo dello sport? Per quali aspetti ed in quali fasi? “Sì, per chi è in difficoltà nel suo sport.”

14500662_1174757062634651_3290461095323476289_o.jpgQuali sono i prossimi obiettivi, sogni che hai realizzato e da realizzare? “Se mi devo limitare allo sport certamente costante miglioramento verso i primi posti nazionali, visto che almeno nelle regionali me la cavo bene. Però per me viene per adesso soprattutto il completamento della laurea.”

 

Nella vita è importante stabilire priorità e focalizzarsi su obiettivi gradualmente sempre più difficili e sfidanti, senza fretta, alzando sempre l’asticella un po’ per volta.

Sei consapevole delle tue possibilità, capacità, limiti? “Ho la possibilità e capacità di poter raggiungere un giorno i primi posti assoluti visto che nella categoria arrivo quasi sempre tra i primi 3. I limiti potrebbero venire purtroppo da un allenamento non sempre costante.”

13322066_1100021696774855_3280249483685101546_nLa motivazione e la passione devono essere sempre accese ed alimentate, per il resto l’autoefficacia aiuta ad essere positivi a credere in se stessi ed a impegnarsi sempre di più e considerando il più piccolo dettaglio per far sempre meglio e scalare ola vetta del successo.

Quanto ti senti sicuro, quanto credi in te stesso? “Mi sento abbastanza sicuro, e credo in me stesso quel tanto che mi fa andare avanti.”

Qual è una tua esperienza che ti dà la convinzione che ce la puoi fare? “Sicuramente i risultati raggiunti nel 2016, migliori persino di quel fantastico 2012.”

Come hai superato eventuali crisi, infortuni, sconfitte, difficoltà? “Semplicemente riprendendo da dove ero caduto.”

 

Matteo SIMONE

http://edizionifs.com/autori/matteo-simone/

http://www.arasedizioni.com/files/catalogo/popup.php?cID=1&pID=266

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...