Progetto ‘Scuola di Squadra’ per promuovere la pratica dello sport nelle scuole

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net

 

Lo sport è da promuovere nelle scuole, negli ambienti di lavoro, negli ospedali, nelle istituzioni.

images-1L’Art. 1, comma 7, g) della Legge 107 del 15 luglio 2015 (Riforma scolastica), prevede una particolare attenzione nei confronti dell’educazione motoria: “Potenziamento delle discipline motorie e sviluppo di comportamenti ispirati a uno stile di vita sano, con particolare riferimento all’alimentazione, all’educazione fisica e allo sport, e attenzione alla tutela del diritto allo studio degli studenti praticanti attività sportiva agonistica”. Il CONI si occupa di promuovere la pratica motoria, fisica e sportiva, e diffondere consapevolezza e cultura del movimento tra tutta la popolazione, a partire dai più giovani e soprattutto nell’ambiente scolastico, attraverso offerte sportive e interventi formativi specifici e mirati.

Il CONI si impegna attivamente nel portare avanti progetti in ambito sociale in sinergia con le istituzioni, gli enti e le aziende partner, al fine di favorire lo sviluppo di politiche di integrazione sociale attraverso lo sport, promuovere la pratica sportiva in contesti territoriali difficili, contrastare forme di discriminazione razziale e intolleranza.

Le iniziative del CONI relative allo sport, salute e comunità sono volte a promuovere lo sport come strumento per migliorare il benessere psico-fisico Sport, salute e comunità a tutte le età; al contempo, l’Ente valorizza spazi, strutture e impianti a favore della comunità, in una logica di aggregazione e socializzazione delle aree periferiche.

Da lunedì 16 gennaio 2017, il Presidente del CONI, Giovanni Malagò ed il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti hanno iniziato il giro di consegna dei kit di attrezzature e divise sportive (palloni, racchette da ping pong, tappetini, elastici e divise) nell’ambito del progetto “Scuola di Squadra”, iniziativa volta a promuovere la pratica dello sport negli Istituti pubblici Secondari di Secondo Grado della Regione.

La Regione Lazio ha inviato ad ogni istituto un questionario da compilare con a scelta 153 tipologie di attrezzature per 20 discipline sportive. In base alle richieste si sta provvedendo alla consegna del materiale necessario entro la fine di febbraio 2017. Alla fine dello scorso anno scolastico hanno fatto richiesta di attrezzature 230 scuole del Lazio su un totale di 253.

scuola-di-squadra-678x451.pngTra gli articoli più richiesti: i palloni per pallavolo, le racchette da ping pong, i tappetini pieghevoli, le funicelle bilanciate, le racchette per badminton, le palline da ping pong regolamentari, gli elastici larghi, i palloni da gara per calcetto, i coni alti con fori e i completi da pallavolo.

Il budget messo a disposizione dall’amministrazione regionale è stato di 1 milione di euro con l’obiettivo finale di dotare tutti gli Istituti dell’attrezzatura necessaria a svolgere attività sportive favorendo la diffusione di un ampio ventaglio di discipline, soprattutto quelle considerate minori.

Le prime tre tappe sono state il Liceo Ginnasio Statale “Orazio”, il Liceo Sportivo “Pacinotti – Arichimede” e l’Istituto Magistrale Statale “Giordano Bruno”.

Obiettivo, dotare tutti gli istituti degli articoli necessari a svolgere attività sportive favorendo la diffusione di numerose discipline, soprattutto quelle considerate minori. Si stima di raggiungere entro fine febbraio tutte le 230 scuole del Lazio per trasformare il diritto allo sport in una cosa concreta.

Inoltre Zingaretti ha annunciato che dal prossimo mese partirà un bando sulle infrastrutture sportive per permettere l’accesso alle palestre scolastiche l’intera giornata per tutto l’anno e che per tale motivo sono stati accantonati 20 milioni di euro.

Anche lo psicologo dello sport può dare il suo contributo nel promuovere una cultura dello sport nelle scuole. Una delle aree di intervento della psicologia dello sport è proprio il benessere, da intendere prima di tutto come prevenzione a livello psicoeducativo negli ambienti di lavoro e scuole, per invogliare le persone a fare sport.

13116036_1081107131953660_344025502802015934_oIl benessere comprende quello fisico ed organismico, cioè l’attività fisica che permette di mettere in moto i diversi apparati circolatori, cardiaco, respiratorio; benessere a livello ormonale, di smaltimento di tossine.

Il benessere comprende quello fisico e mentale, lo sport permette di scaricare tensione e stress, ti permette di trovare un tempo tutto tuo dedicato a te stesso da solo o in compagnia per fare qualcosa che diventa piacevole, lo sport ti fa sperimentare sensazioni ed emozioni, e comporta anche fatica ed impegno per raggiungere obiettivi e trasformare sogni in realtà.

Attraverso lo sport si sperimenta anche benessere relazionale condividendo esperienze di allenamento e di gara, facendo parte di una squadra di sportivi che si iscrivono a competizioni da portare a termine confrontandosi tra di loro e dandosi consigli sui miglior allenamenti e su come aumentare al performance.

A volte lo sport ti fa sperimentare di riuscire in qualcosa, ti fa incrementare l’autoefficacia, senti di riuscire in qualcosa, di avere delle capacità, risorse, caratteristiche che ti permettono di fare sport in modo continuativo con passione.

 

Matteo SIMONE

Psicologo, Psicoterapeuta Gestalt ed EMDR

380-4337230 – 21163@tiscali.it

http://www.psicologiadellosport.net

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...