Spiragli di luce: Ogni progetto che realizziamo insieme a loro è un traguardo

Matteo SIMONE

 

L’Associazione “Spiragli di Luce”, operante nel territorio di Anzio e Nettuno, si rivolge ai ragazzi diversamente abili e alle persone con disagi sociali promuovendo lo sviluppo e la diffusione d’attività sportive e socioculturali.

L’Associazione per poter continuare ad svolgere le attività natatoria rivolte ai ragazzi disabili ha scelto di aderire al Program Charity della Maratona di Roma 2017 chiedendo il supporto di amici runner interessati a sostenere questo nuovo importantissimo progetto.

0024-%281%29Invitato dalla presidente dell’associazione, Elisa Tempestini, mia amica runner dalla staffetta della transumanza da Anzio a Jenne organizzata da Ivano Caronti, sono felice di aderire al Program Charity della Maratona di Roma 2017, come ho già fatto l’anno passato con l’associazione Sport Senza Frontiere.

Di seguito approfondiamo la conoscenza dell’associazione e della sua presidente.

In che modo lo sport contribuisce al benessere degli atleti di Spiragli di Luce?Lo Sport per i ragazzi di spiragli di Luce è fondamentale, siamo riusciti ad ottenere dei grandi risultati, la prima è l’integrazione, la seconda è la prevenzione.”

Come arrivano gli atleti alla tua associazione?Gli Atleti ci contattano tramite l’informazione che diamo sul nostro territorio, tramite i servizi sociali, i social, e passaparola.”

Come scelgono lo sport gli atleti sport?Gli atleti scelgono lo sport in base alle loro esigenze e patologie, di cui vengono selezionati.”

Quali sono le difficoltà ed i rischi, a cosa devi fare attenzione nella tua associazione?I ragazzi sono tutti tesserati e assicurati, ma il rischio è sempre in agguato, basta una distrazione e può succedere una tragedia, per questo è una grande responsabilità.”

0074 1.jpgCosa e quali persone hanno contribuito al buon andamento dell’associazione?Hanno contribuito nell’associazione i sponsor per la parte economica, e i volontari per la parte tecnica, e la Fondazione Porfiri, che ci aiuta con i nostri progetti.”

Quali sono stati i momenti più belli e significativi dove hai sperimentato le emozioni più belle?Ogni progetto che realizziamo insieme a loro è un traguardo, l’emozione più grande è dividere con loro ogni momento della giornata, sia in piscina che a pallavolo.”

Quali i meccanismi psicologici ti aiutano per il buon andamento dell’associazione?Quello che svolgo è una missione per me, questa è una domanda difficile da far capire.”

I tuoi famigliari ed amici cosa dicono del tuo impegno nell’associazione? “La mia famiglia mi ha sempre appoggiato, le mie 2 figlie da quando sono piccole hanno fatto un percorso insieme, ora sono maggiorenni, questo mi gratifica, ho cercato di insegnare questi grandi valori, rispettare e aiutare chi è meno fortunato di noi.”

Ti va di descrivere un episodio curioso o divertente degli atleti di spiragli di Luce? Ogni momento è speciale, i loro sorrisi ti riempiono di gioia, ma la cosa più bella è stata quando con tanti sacrifici, avevamo un locale dove abbiamo cercato di rendere i ragazzi autonomi.

13585176_10208134887703550_5630100042850334393_o 1 (2).jpgCosa hai scoperto di te stessa nell’impegnarti nell’associazione? “Sono 15 anni che mi dedico a loro, lotto ogni giorno per i loro diritti, sono loro i normali!”

Quali sensazioni sperimenti con gli atleti di spiragli di luce? “Nello sport ogni movimento è speciale.”

Quali sono stati i momenti più difficili? “I momenti difficili, sono quando nessuno ti ascolta.e ti girano le spalle.”

Hai dovuto scegliere di rinunciare a qualcosa nell’impegnarti nell’associazione? “Io mi considero una farfalla, libera di volare…e un leone ..pieno di energie.”

C’è un messaggio che vorresti dare ai famigliari di persone con disabilità fisica o intellettiva? “Il mio messaggio ai genitori ..non mollare mai, loro ci insegnano a vivere.”

Riesci ad immaginare una vita senza la tua associazione? “Io penso volere è potere, l’associazione deve guardare al futuro, le lotte servono a questo.”

0076Come hai gestito eventuali crisi all’interno dell’associazione? “Con determinazione, fiducia.”

C’è mai stato il rischio di chiudere l’associazione? “Per fortuna non abbiamo mai rischiato di chiudere, cè sempre qualche Angelo.”

Pensi che potrebbe essere utile lo psicologo nell’associazione? Per quali aspetti? “Dentro un associazione sono indispensabili un equipe di persone, specie un psicologo per avere un controllo generale.”

Quale messaggio vuoi rivolgere alle persone per farli avvicinare alla tua associazione? “Alcune volte basta un gesto, un sorriso, e tanta volontà, non tutti tollerano le persone con disagio mentale o fisico, si ha paura, ma io nn mi stancherò mai di invitare le persone ad avvicinarsi a noi.”

Quali sono gli obiettivi dell’associazione a breve, medio e lungo termine? Sogni realizzati e da realizzare? “Ora il nostro obbiettivo è quello di una sede, un locale dove loro possano continuare i loro progetti, essere autonomi, e fare in modo che la loro vita continui nel sociale.”

Io ci metterò corpo, testa e cuore per percorrere non più i 42,195km della maratona di Roma che mi ero prefissato ma per correre la stracittadina di 5 km e voglio anche vedervi per strada a sostenermi ed a fare il tifo per l’Associazione Spiragli di Luce”, daje! Insieme è molto meglio.

15250828_707377659438489_4537959622023611254_o-550x366Io ci metterò corpo, testa e cuore per percorrere non più i 42,195km della maratona di Roma che mi ero prefissato ma per correre la stracittadina di 5 km e voglio anche vedervi per strada a sostenermi ed a fare il tifo per l’Associazione Spiragli di Luce”, daje! Insieme è molto meglio.

Pertanto chiedo a tutti i miei conoscenti, famigliari, amici, simpatizzanti di donare soldi e sorrisi per questo valido e prestigioso progetto associativo.

Lo sport rende felici, incrementa consapevolezza, sviluppa autoefficacia consolidando la fiducia in se stessi di poter far qualcosa, di riuscire in qualcosa, inoltre lo sport incrementa la Resilienza, si affrontano e si superano meglio i problemi, crisi, difficoltà, si è più presenti, attenti, gentili.

Elisa è menzionata nel mio libro “Sport, benessere e performance” 

http://www.prospettivaeditrice.it/index.php?id_product=397&controller=product

Un’intervista a Elisa è riportata nel libro “Lo sport delle donne”  presentato Venerdì 8 marzo 2019, alle ore 18.30, presso il Bar  (Via Olevano Romano 35 – Roma). Moderatrice: Alessandra Penna, ingegnere e atleta. Relatori: Francesca Boldrini (Podistica Solidarietà), Anna Giunchi (Psicologa, Preparatore atletico, Blogger http://annalamaratoneta.blogspot.com/).

http://www.prospettivaeditrice.it/index.php?id_product=425&controller=product 

Ringrazio Elisa Tempestini e l’Associazione Spiragli di luce per avermi dato la possibilità di presentare il 2 Giugno, in occasione del “Cross città di Nettuno”, il mio libro “Lo Sport delle donne” edito da Prospettiva Editrice e gli altri miei libri.

Nello sport non è importante solo la forza, la resistenza e i muscoli, ma è importante sviluppare anche la forza e la resistenza mentale che permettono di andare oltre, di consolidare lo stato di forma. Raggiungere traguardi importanti diventa il coronamento di un sogno, il raggiungimento di un obiettivo ambito, la ricompensa di tanti sforzi e tanta fatica per ottenere qualcosa che si desidera con determinazione, tenacia, passione e con l’aiuto di qualcuno che sostiene.

Lo sport permette di sperimentare la resilienza, non mollare mai, andare avanti e continuare per portare a termine la propria impresa, la propria sfida personale; per alzare gradualmente l’asticella e affrontare gradualmente situazioni sportive o della vita quotidiana sempre più difficili con la convinzione di saperne uscire fuori sempre più rafforzati.

Prefazione di Vincenzo Prunelli

Ha senso continuare a credere la donna fragile, arrendevole, da proteggere, incapace di grosse prestazioni? Leggendo il libro dell’amico Matteo Simone, è il caso di dire di no. Fa parlare grandi atlete, ma il messaggio è rivolto a chiunque nella vita non si accontenti di limiti troppo stretti.

http://www.prospettivaeditrice.it/index.php?id_product=425&controller=product

Altri libri pubblicati: Sport, benessere e performanceL’ultramaratoneta di Corato (coautore Giuseppe Mangione); Carlos Castaneda incontra don Juan, uno sciamano divenuto suo maestroUltramaratoneti e gare estremeL’uomo dei podi (coautore Antonello Vargiu); Ultramaratoneta: un’analisi interminabile (coautore Daniele Baranzini); Sviluppare la resilienzaO.R.A. Obiettivi, Risorse, AutoefficaciaPsicologia dello sport e non solo.

http://www.prospettivaeditrice.it/index.php?id_product=425&controller=product

Matteo SIMONE – 21163@tiscali.it

+393804337230 Psicologo, Psicoterapeuta

https://ilsentieroalternativo.blogspot.it/

http://www.ibs.it/libri/simone+matteo/libri+di+matteo+simone.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...