Corri e cammina per conoscere, fare esperienza, sperimentare

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net

 

Impegnatevi per ottenere ciò di cui avete bisogno, e quando non riuscite a ottenerlo, ebbene, sorridete e tentate ancora, in un modo diverso. William Hart

17632458_1855487558073353_191758048671604737_o.jpgLo sport di tutti e per tutti con ogni modalità e in ogni luogo, corri e cammina per conoscere, fare esperienza, sperimentare, uscire fuori da una zona di confort ed entrare nel vortice della vita che fa sentire sensazioni ed emozioni, fa incontrare e confrontare con altri di altri mondi di altre culture e altre generazioni, per accettare ed essere consapevole che da una parte c’è questo è dall’altra c’è quello, non buttare niente, prendere il negativo e il positivo, serve tutto, il negativo serve per apprezzare di più il positivo, together is much better per riuscire a essere il più presto autonomi, consapevoli, auto efficaci e resilienti

Unisciti ad Achilles, il programma che in tutto il mondo permette di correre e camminare insieme, guida e non vedente. A scuola di blind running per sperimentare e mettersi in gioco, liberi di correre in natura ognuno a modo suo. Lo sport che ti rimette al mondo.

Lo sport di tutti e per tutti grazie a persone sensibili e coraggiose disposte a impegnarsi e dedicarsi all’altro, a volte da soli non si va da nessuna parte, together is much better

Per info achillesinternationalroma@gmail.com o 3931053915. Ti aspettiamo!

Lo sport che ti dà tanti amici, il più importante è la fatica che ti fa compagnia fino al traguardo non ti abbandona mai, è il tuo angelo, ti ricorda che stai vivendo proprio ora nel momento presente, che non stai sognando ma stai faticando felicemente passo dopo passo, metro dopo metro, la fatica non ti abbandonerà mai è lì per te per darti coraggio per aiutarti a vivere.

17795689_10208649920501198_3969632002096975582_nA volte la fatica rende felici, è quello che sperimentano molti atleti di sport di endurance come gli ultramaratoneti e i triatleti ironman, l’ho sperimentato anch’io soprattutto nella gara più bella della mia vita l’Iron elbaman. Interessante quello che scriver Murakami nel suo libro L’arte di correre: “Ciò che soprattutto mi ha reso felice, oggi, è il fatto che questa gara me la sono proprio goduta. Non ho ottenuto un tempo di cui andar fiero. Ho anche commesso diversi piccoli errori. Però ho corso fino a esaurimento delle forze, e ne risento ancora l’effetto. Inoltre, sotto molti punti di vista, credo di essere migliorato rispetto all’ultima gara. E questo è un punto essenziale.”

La bellezza dello sport è che ti permette di fare esperienza, di metterti in gioco, di apprendere dall’esperienza sbagliando e facendo sempre meglio la prossima volta.

Ancora continua Murakami: “Naturalmente è stata dura, a un certo punto stavo quasi per perdermi d’animo. Ma in questo sport la fatica è data per scontata. Se non fosse parte integrante del triathlon o della maratona, chi mai si darebbe la pena di mettersi alla prova in discipline che succhiano le nostre energie e il nostro tempo? Proprio nello sforzo enorme e coraggioso di vincere la fatica riusciamo a provare, almeno per un instante, la sensazione autentica di vivere. Raggiungniamo la consapevolezza che la qualità della vita non si trova in valori misurabili in voti, numeri e gradi, ma è insita nell’azione stessa, vi scorre dentro.”

Achilles International parteciperà, con una rappresentativa di atleti con disabilità visiva e relative guide, il 17 Giugno 2017 ore 21:00 alla Roma 1/2 maratona notturna o Corri Roma 10K notturna.  Per la partecipazione dei non vedenti l’iscrizione è 10€ la mezza maratona per non vedente e per accompagnatore = 20€ e 5€ la Corri Roma per non vedente e per accompagnatore = 10€.

17861423_10208664033574016_3808892878468996322_nUno dei campi di allenamento degli atleti dell’Atletica La Sbarra & I Grilli Runners è il parco Tor Tre Teste, dove l’allenatore Vincenzo Ciurleo organizza anche sedute di allenamento collettivo.

L’Atletica La Sbarra & I Grilli è una squadra che favorisce l’inclusione e l’integrazione. Fanno parte della squadra Esalehy Abdelatif, fortissimo atleta del Marocco, inoltre D’Antone Giuseppe di quasi 59 anni, che riesce a competere con i più forti e a vincere quasi sempre la sua categoria di appartenenza, infatti all’ultima edizione della Corri per il parco è arrivato 4° assoluto.

Da soli le persone con disabilità hanno difficoltà a fare sport o sono quasi impossibilitate, ed allora perché non offrire un po’ del nostro tempo per dedicarci a questa attività? Insieme si ottengono risultati importanti, un miglioramento della prestazione sportiva e diventa anche una messa alla prova per le guide, per sperimentarsi accanto agli altri, provare a guidare un’altra persona, stargli accanto, sintonizzarsi sui suoi ritmi, il benessere oltre che individuale diventa duale e poi di gruppo.

Lo sport, oltre all’amica fatica che non ti fa sentire mai solo, è anche tanto calore e colore, musica e allegria, più è lunga la distanza è più c’è clima di festa, lo sport trascina, coinvolge, ti prende, ti cattura, ti porta via e fatichi sempre di meno, questo è il fantastico, sorprendente e gioioso mondo dello sport amatoriale.

 

Matteo SIMONE

Psicologo, Psicoterapeuta Gestalt ed EMDR

http://www.mjmeditore.it/autori/matteo-simone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...