Eleonora Bazzoni 2h45’ prima Italiana alla maratona di Roma

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net

 

La maratona di Roma si conferma quella più partecipata d’Italia, corsa domenica 2 aprile. Tanta musica, tanta acqua e tanta fatica per le strade di Roma. L’Africa ha la meglio, come al solito, l’Etiopia la spunta sia per gli uomini che per le donne.

17630061_658036137713976_3316567848498018500_n.jpgTra le donne anche quest’anno la vincitrice è Rahma Chota Tusa in 2h27’23”, la prima italiana è Eleonora Bazzoni, decima in 2h45’37”, Annalisa Minetti, atleta paralimpica non vedente (bronzo a Londra 2012 nei 1500), alla sua prima maratona, ha tagliato il traguardo assieme alla sua guida Pierluigi Lops, con il tempo di 3:47:13, nuovo record europeo sulla distanza per la categoria T11.

Shura Kitata Tola, 20 anni, vince fra gli uomini in 2h07’30”, il primo Italiano è il campione d’Italia Ahmed Nasef, 42 anni di origine del Marocco, settimo in 2h16’40”, ottavo Carmine Buccilli in 2h19’35”. Alex Zanardi su handbike ottiene la sesta vittoria consecutiva in 1h10’06”.

Interessante ascoltare l’esperienza sportiva di Eleonora che lavora al decathlon prenestina e le piace poter testare i prodotti che vende ed è allenata da Fabrizio Adamo.

Complimentissimi per la tua prestazione, com’è andata? Soddisfatta? “Ciao Matteo sono soddisfattissima del crono (2h45) visto che son riuscita a migliorami di 6′ rispetto alla mia prima maratona che feci a Venezia con 2h51’52. Speravo di poter correre 2h47 ma 2h45 è stato un po’ inaspettato soprattutto perchè il clima non è stato dei migliori con tanta pioggia”. Continua a leggere

Annunci

Luciano Ciccone: I top runners li coccoliamo un pochino

Matteo SIMONE

www.psicologiadellosport.net

 

Tola e Tusa vincono la maratona di Roma che si conferma quella più partecipata d’Italia, corsa domenica 2 aprile. Tanta musica, tanta acqua e tanta fatica per le strade di Roma. L’Africa ha la meglio, come al solito, l’Etiopia la spunta sia per gli uomini che per le donne.

17629781_10210163817345705_3952505987587350212_nShura Kitata Tola, 20 anni, vince fra gli uomini in 2h07’30”, a seguire Dominic Kipngetich Ruto in 2:09:10, keniano di 26 anni, già terzo l’anno scorso, a seguire i keniani Benjamin Kipngetich Bitok in 2h09’16” e Mathew Kipsaat 2h09’19”, quinto l’etiope Werknesh Aboye Seyoum 2h09’27”.

Tra le donne anche quest’anno la vincitrice è Rahma Chota Tusa in 2h27’23”, la prima italiana è Eleonora Bazzoni, decima in 2h45’37”, Annalisa Minetti, atleta paralimpica non vedente (bronzo a Londra 2012 nei 1500), alla sua prima maratona, ha tagliato il traguardo assieme alla sua guida Pierluigi Lops, con il tempo di 3:47:13, nuovo record europeo sulla distanza per la categoria T11.

Degli uomini italiani, il primo è il campione d’Italia in carica Ahmed Nasef, 42 anni di origine del Marocco, arriva settimo in 2h16’40”, seguito da Carmine Buccilli in 2h19’35”, Alex Zanardi a bordo della sua handbike ottiene la sesta vittoria consecutiva dominando la gara in 1h10’06” .

Interessante ascoltare l’esperienza sportiva di Luciano Ciccone che si è preoccupato di assistere e coccolare i top runners, soprattutto scortando le prime donne in bici.

Ciao Luciano, com’è stato scortare le top women runners? “Certamente! Ho rivissuto questa esperienza che già facevo qualche anno fa (dal 2004 al 2009) e che per me è stato come fosse la prima volta.” Continua a leggere