Pisano Romualdo, ultramaratoneta: Volere è potere e la testa decide il tutto

Matteo SIMONE

 

Approfondendo il mondo delle ultramaratone sto conoscendo sempre più atleti che utilizzano degli ingredienti per sperimentare sia benessere che performance in corse di lunghe distanze. Di seguito riporto l’esperienza di Romualdo che racconta il suo percorso di atleta.

Ti sei sentito campione nello sport almeno un giorno della tua vita? “Mi sento un campione ogni giorno che corro e finisco i miei allenamenti.”

Qual è stato il tuo percorso nella pratica sportiva? “Ho giocato a calcio fino all’età di 18 anni circa poi il buio più totale. Poi un bel giorno a circa 34 anni da fumatore accanito ho deciso di dire basta e voltare pagina iniziando prima a correre per non ingrassare. Pesavo circa 80kg ed in pochi anni sono riuscito a mettermi in competizione alle ultramaratone Italiane più ambite.”

Quali sono i fattori che contribuiscono al benessere e performance nello sport? “Penso che ciò che viene fatto deve innanzitutto avere alla base passione ma il ruolo più importante credo sia della testa.”

FB_IMG_1492411884056In effetti per fare cose importanti che riescono bene non basta solo impegno fisico ma anche tanta passione, tanto cuore verso quello che si fa per alleviare la fatica degli allenamenti e delle gare, e c’è bisogno anche di tanta testa per focalizzarsi con attenzione in quello che si fa e valutare momento per momento il nostro stato fisico e mentale monitorando ogni sensazione.

C’è qualcuno che contribuisce al tuo benessere e performance nello sport? “Da quando ho scoperto il mondo delle ultramaratone spesso dico di avere trovato il mio posto. In effetti ho avuto modo di salire sul podio solo ed esclusivamente su questo tipo di gare. Ma in realtà alle spalle c’è la consapevolezza e l’appoggio di mia moglie Silvia e dei miei figli che sono entrato in un mondo dove mi basta prepararmi chiudere gli occhi e correre…e spesso vincere. Non posso non menzionare colui che ha creduto in me dal nulla e mi riferisco al mio preparatore Faustini Osvaldo, presidente della FO Running team nonchè Presidente; capitano della nazionale Italiana nel 1987 quando l’Italia vinse la Coppa del Mondo a squadre a Seul; più volte corso la maratona di New York insomma mi sento di dire di essere seguito da un vero pezzo da 90.”

Continua a leggere

Annunci