Giuseppe Mangione inossidabile grazie alla sua squadra e sua figlia Michela

Matteo SIMONE

 

Inossidabile Giuseppe perché mantiene le sue qualità invariate nel tempo, anzi con il passare degli anni riesce ad acquisire sempre più competenza, più capacità, più consapevolezza, più autoefficacia, più resilienza nell’affrontare situazioni, nell’organizzarsi, nel competere, nel risolvere situazioni.

In particolare l’ha dimostrando ideando e organizzando assieme ai suoi amici, con grandissimi meriti organizzativi, Riccardo Blasi e Gimmi Aliberti una gara straordinaria, la prima edizione della 6 ore Coratina, con partecipazione nutrita di gente che corre e cammina, con diverse distanze fino ad un massimo di 6 ore dove il primo classificato Stefano Velatta ha totalizzato 81 km, un chilometraggio che supera gli 80 chilometri è per pochi in Italia.

18268350_10213484692337499_1103465179976271722_nGiuseppe oltre a contribuire all’organizzazione di una gara di ultramaratona è stato lui stesso un concorrente arrivando, nonostante l’età superiore ai 55 anni, terzo atleta assoluto, totalizzando circa 71 km e lasciando dietro di lui in classifica tantissimi amici più giovani.

Insomma una gara riuscita sotto tantissimi aspetti, per la partecipazione di atleti, amici e famiglie, per gli sponsor che hanno contribuito al benessere dei partecipanti, per le Istituzioni che hanno messo a disposizione luoghi e strade per correre, per cambiarsi, per gli incontri. Questo è lo sport che vogliamo, Benvenuti al Sud, questo è il Sud di cui vogliamo che si parli, accoglienza, vicinanza, sorrisi, partecipazione, prestanza fisica, legami.

Di seguito Giuseppe racconta le sue impressioni dopo la gara, rispondendo ad alcune mie domande.

18222566_10213484697457627_5734706194987394202_nCiao, complimentissimi, se ti va ho qualche domanda per te, com’è andata? Soddisfatto? “Ciao Matteo ti rispondo volentieri e con entusiasmo, la gara personalmente è andata alla grande, non soddisfatto ma molto di più, ho davvero realizzato un sogno nel cassetto, un ultramaratona nel mio paese km 71, sul podio nei primi 3 assoluti e credo proprio, almeno per i tesserati IUTA, miglior chilometraggio di categoria M55 in Italia, alla mia età non potrei chieder di meglio.”

Di più, come i chilometri percorsi, più che soddisfatto, più che strafelice, una cosa grande, una gara organizzata nel proprio paese alla presenza di amici, parenti e conoscenti, con podio.

Hai sofferto, esigenze particolari durante la gara? Avevi abbigliamento e integrazione idonei, ti è mancato qualcosa che non avevi considerato? “Non ho assolutamente sofferto e questa e stata la gara più veloce, la miglior 6 ore che io abbia fatto, devo dire grazie per quanto riguarda i rifornimenti a Maria Assunta Paolillo, è stata precisa e impeccabile ad ogni mio passaggio e a mia figlia Michela Mangione, insieme hanno formato la mia assistenza personale.”

Maria Assunta e Michela hanno formato una squadra al servizio di Giuseppe per permettergli di pensare solo a correre, erano loro che si occupavano delle sue particolari esigenze, attente alla sua mimica per fornirgli quello di cui poteva avere bisogno senza farlo sprecare energie preziose.

18222173_1936652723280715_5181704714780378252_nPensieri, sensazioni, emozioni, prima, durante, dopo la gara? “Prima della gara un po’ di tensione, svanita subito dopo la partenza, durante la gara molta esaltazione, a metà gara ero letteralmente euforico, mi sembrava di volare, le gambe giravano meravigliosamente, dopo gara tanta tanta felicità, tanta emozione e lo ammetto qualche lacrimuccia.”

Tutto passa, tutto scorre, tutto ha un inizio e una fine, prima di grandi cose, di momenti importanti si è un po’ tesi, c’è sempre un po’ di preoccupazione sulla riuscita, qualche dubbio su come andrà la gara, la manifestazione, ma una volta partiti si scioglie tutto, tutto diventa più facile, ma sono tante le componenti che contribuiscono a questa riuscita e a queste sensazioni piacevoli di gara, anche per questo c’è una grande preparazione fisica e mentale, c’è la sicurezza di non aver trascurato nessun dettaglio, di essersi allenato bene, di aver considerato ogni minimo dettaglio, di essersi testato in altre gare o allenamenti e quindi non si può che far bene e fidarsi di se stessi.

Hai scoperto ancora qualcosa di nuovo in te stesso, negli altri atleti? “Gli altri atleti tutti molto soddisfatti e come al solito tra noi alla fine è sempre una grande festa con brindisi e mangiate varie. Per quanto mi riguarda non vorrei tanto espormi ma penso di aver scoperto di poter dare ancora qualcosina nonostante l’età, ma vedremo.”

18198510_10213484693697533_3133642684305627806_nE alla fine tante sensazioni e forti emozioni, spazio a sorrisi e lacrime, festa e divertimento per tutti, il mondo degli ultrarunner unito nel recuperare le energie fisiche e mentali sperperate con la fatica.

Organizzata bene la gara, percorso, ristori, premiazioni? “Come prima edizione della 6 ore Coratina penso sia andato tutto per il meglio, premiazioni, ristoro, percorso, questo facendo un sondaggio e raccogliendo un po’ di informazioni varie, cercheremo comunque di migliorare sempre qualcosa in futuro.”

Come ho scritto in un precedente articolo: “Buona la prima 6 ora Coratina, bella gente, un mondo a colori in movimento con fatica. Sorrisi e incontri, una gara per single e per famiglie, per grandi e piccini, per assaporare prodotti tipici e per essere benvenuti al sud.”

18209154_10213484690737459_2896823218938972067_oTifo, sostegno, famiglia, amici, com’era? “Per il mio caso specifico, ma anche per tutti gli altri, il tifo e il sostegno da parte di chi ha visto la gara, famiglie varie, è stato molto bello e sentito. Per me ad ogni passaggio c’era un tifo da stadio da parte di amici paesani ma sopratutto da parte della mia squadra La Barletta Sportiva venuti in massa da Barletta sia per correre sia per sostenenermi, sono stati fantastici, unici, incredibili e li ringrazio davvero tanto. Il presidente Enzo Cascella giunto da Taranto dopo un’altra gara ha voluto per forza esser presente per sostenenermi e urlare anche lui, un vero spettacolo e poi c’era l’amore della mia vita, mia figlia che mi ha assistito e incitato sempre.”

La sua impresa è merito suo ma anche di chi lo sostiene come sua figlia Michela che si è preoccupata di suo papà, ha fatto in modo che non gli mancasse niente per la riuscita della gara e per la sua performace atletica, gli è stato vicino, presente, rincorrendolo a tratti per regalargli un sorriso, un gesto, un bicchiere colmo, un morso di alimento. Grande merito va anche alla sua squadra La Barletta Sportiva e al suo Presidente Enzo Cascella che crede in quelo che fa e sostiene e supporta i suoi atleti.

Cambia qualcosa dopo questa prova? “Certo dopo questa gara cambia personalmente qualcosa, ho ancora piu fiducia nei miei mezzi.”

18300930_1267561036674933_7733368114576787975_nProssime gare, obiettivi a breve, medio, lungo termine? “Cercherò di fare una bella 6 ore a Banzi, un Campionato Italiano 100 miglia a Policoro, poi ad agosto il Campionato Italiano 6 ore a Curinga. Quest’anno un mio obbiettivo personale salvo complicazioni e quello di vincere il grand prix IUTA delle Regioni del Sud, vedremo, questo sempre in serenità e rispettando sempre tutti gli altri atleti che come me amano questa specialità e ognuno come può si allena, un caro saluto Matteo, grazie mille e a presto.”

Questo è il fantastico, coraggioso, sorprendente mondo degli ultrarunner, tutti felici, compatti, una squadra di eroi, di lavoratori quando c’è da lavorare e di amiconi quando c’è da divertirsi e gioire. Tante gare impegnative per tanti atleti ultrarunner che faticano e vanno avanti per sfidare se stessi.

Per approfondimenti sullo straordinario e bizzarro mondo degli ultrarunner è possibile consultare il mio libro “Ultramaratoneti e gare estreme”, Prospettiva Editrice. Collana: Sport & Benessere. Anno edizione: 2016. Pagine: 298 p. , Brossura. EAN: 9788874189441.

Ultramaratoneti e gare estreme 429-thickbox_default8° nella classifica Bestseller di IBS Libri – Sport – Atletica e sport da campo e da pista – Maratona e corsa campestre

http://www.prospettivaeditrice.it/index.php?id_product=357&controller=product

 

Matteo SIMONE

http://www.unilibro.it/libri/f/autore/simone_matteo

http://www.ibs.it/libri/simone+matteo/libri+di+simone+matteo.html

https://www.ibs.it/ultramaratoneta-analisi-interminabile-libro-vari/e/9788898615872

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...