La 100km del Passatore da Firenze a Faenza, gara obiettivo di tanti runner

Matteo Simone

http://www.psicologiadellosport.net

 

La 100km del Passatore da Firenze a Faenza diventa sempre più una gara obiettivo di tanti runner e ultrarunner. Si corre ogni anno l’ultima domenica di maggio da oltre 40 anni, sempre Italiani protagonisti, decine di anni fa i protagonisti erano i fratelli Gennari che arrivavano sempre a podio, altro protagonista Vito Melito che l’ha vinta, ultimamente protagonista è il Re della 100km, Giorgio Calcaterra che l’ha vinta possiamo dire quasi tranquillamente e con il sorriso le ultime 11 edizioni consecutive, ed è anche pluricampione al mondo di 100km .

MatteoSimone100km (3)Insomma il pensiero di fare una 100km si innesta su alcuni atleti anche se gli allenatori li scoraggiano perché dispiace vederli rallentare i ritmi di corsa, dispiace vedere atleti che fanno 33’ sui 10.000 metri, 1h13’ sulla mezza e 2h40’ sulla maratona dedicarsi a gare di 100km che diventano stancanti, e i ritmi per forza di cosa devono rallentare. Ma l’essere umano è strano cerca sfide interne con se stesso, cerca viaggi nell’immensità della fatica, vuole esplorare il mondo che lo circonda ma anche il suo mondo interno.

A volte si diventa poco razionali, poco calcolatori e più impulsivi e istintivi, mi piacerebbe, lo vorrei fare, non mi importa, mi alleno, mi iscrivo e vado. Per tanti è un ingresso nel mondo delle ultramaratone.

Di seguito alcune testimonianze di atleti che si dedicano o si vogliono dedicare alle lunghe distanze e in particolare con l’obiettivo Passatore.

17523015_10208615439719200_8172273002827578310_nMatteo Nocera è un atleta che da poco si è affacciato nel mondo delle ultramaratone e in particolare ha partecipato a tre gare di 6 ore vincendo le prime due ed ecco cosa dice rispetto al Passatore: “Mi sto preparando per il Passatore…. finalmente ci siamo quasi! Dopo il Passatore chiuderò  la stagione l’8 giugno con la 100miglia di Policoro. Proverò  a lottare per la maglia di Campione Italiano assoluti… ci proverò. Sarò  molto regolare al Passatore non partirò  come al solito! L’ultima gara (Corato) mi ha migliorato tanto! E’ stata la mia gara più importante! Adesso posso iniziare a correre sicuramente in modo più completo. Se per assurdo avessi vinto anche questa … di sicuro sarei rimasto indietro poi! P.S. L’equilibrio e la serenità in effetti le impari dopo le tempeste! Concentrato sul Passatore! Ti saluto con affetto a presto Matteo Simone.

Continua a leggere