Nicola Ciuffreda, Passatore: Un viaggio emozionale a contatto con gli amici

Matteo SIMONE

www.psicologiadellosport.net/

 

Lo sport fa sperimentare tante e diverse sensazioni ed emozioni, ti fa incontrare tanta gente, tanti amici di città e regioni diverse.

In particolare la 100km del passatore diventa un incontro di popoli, persone provenienti dal sud, centro e nord Italia comprese le Isole e anche da altre parti del mondo.

IMG-20170612-WA0031.jpgDi seguito il mio ex amico di scuola Nicola, ora amico di corsa e camminate, racconta la sua esperienza rispondendo ad alcune mie domande.

Ciao, gara di 100km del Passatore, cosa significa per te? “La 100 del passatore rappresenta per me un viaggio emozionale a contatto con gli amici e altre realtà cittadine sportive che lungo il percorso ci unisce un po’ tutti.”

Unisce la strada, unisce la fatica, unisce la gioia e soddisfazione, si formano gruppi, si rompono gruppi, ma si va sempre avanti per i propri obiettivi individuali e di gruppo, per il proprio benessere e di quello che ci circonda.

Hai avuto particolari problemi, difficoltà, momenti critici? “In questa edizione ho avuto un po’ di crisi verso il 20° km forse per il caldo o la corsa più sostenuta poi tutto è passato.” Continua a leggere

Annunci