Mimmo Bollino: Dopo questi cammini mi sento bene fisicamente e mentalmente

Matteo SIMONE

Il cammino avvicina persone, culture e mondi con ogni modalità; un passo alla volta scoprendo se stessi e nuove consapevolezze, prendendo una direzione verso una meta o un obiettivo pianificato. Come Mennea ha costruito la sua performance, così ognuno può costruire il suo cammino sviluppando autoefficacia e resilienza e cavalcando sempre l’onda del cambiamento. Viaggi interiori individuali, viaggi di condivisione fidandosi e affidandosi con un’apertura mentale nel riuscire, nell’arrivare, nel tornare più ricchi dentro meglio di un master o un corso di alta formazione, esercitando la lentezza ma rispettando i tempi previsti. Cammino come metafora della vita affrontando salite e discese e scoprendo che tutto passa se ci si concentra sul momento presente, sviluppando i sensi e attraversando luoghi interni ed esterni fatti di luci di alba e tramonto, di giorno e notte, alternanza luce e buio, affrontando il clima atmosferico fatto di caldo, pioggia e vento, scoprendo le ciclicità della vita.

19959028_10209391644643838_581058991531397462_nDi seguito la testimonianza dell’amico Mimmo attraverso risposte ad alcune mie domande prima di un convegno sui cammini, presso Barletta, organizzato da Enzo Cascella Presidente della società Barletta Sportiva.

Come hai iniziato i cammini? “Bonasera carissimo o iniziato i cammini facendo il primo Pellegrinaggio Montaguto – Bovino – Santa Maria di Valle Verde, per me estata la prima esperienza di un cammino notturno.” Continua a leggere