Marino Capannini, runner: Mi piace esserci, divertirmi e arrivare

Matteo SIMONE

 

Perché restare a casa a piangersi addosso che tutto va storto, che la politica non funziona, che c’è crisi, basta mettersi l’abbigliamento adeguato, un pantaloncino o tuta e un paio di scarpe e via per parchi e strade a saltare e correre come ragazzini scherzando con amici piccoli e grandi perché in questo sport non esiste ceto sociale e non esiste età anagrafica, faticano tutti e si divertono tutti, ci si fa le foto, si raccontano aneddoti e ci si sfida negli allenamenti e nelle gare, un mondo bizzarro e fantastico, da provare per conoscerlo e vedrai che ci rimani intrappolato, ti iscrivono a una società.

21616233_10209835390497207_4374001194921219521_nDi seguito Marino racconta la sua esperienza di atleta rispondendo ad alcune mie domande.

Ti sei sentito campione nello sport almeno un giorno della tua vita? “Sempre ogni volta che taglio il traguardo.”

In che modo lo sport ha contribuito al tuo benessere? “Ho iniziato questo sport quando sono andato in pensione… avendo avuto un problema fisico e tempo libero… ha contribuito molto il ritrovarsi alle gare con altri appassionati… e l’ambiente all’aria aperta priva di smog (non facile).”

Lo sport che ti cambia la vita, che quando lo incontri te ne innamori e scopri una altromodo di stare al mondo, di esserci con te stesso e con gli altri.

Come hai scelto il tuo sport? “Stavo passeggiando con amici in un Parco e vedendo persone di una certa età si è detto perché non proviamo anche noi… così 50, 100m e così via… con il passar del tempo mi sentivo molto meglio tanto fisicamente che psicologicamente… allora perché non provare a fare una gara… quella è stata la scintilla che non si è più spenta.”

Continua a leggere

Buona la prima a Rapona (PZ), 1^ edizione Ultramaratona delle fiabe a Rapona

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net

 

Buona la prima a Rapona, una bella accoglienza, un bel percorso ricco di gente che fatica e volontari al tavolo di ristoro, presenti le istruzioni, bravo il fotografo, bravi gli speaker, grande atleta locale Yuri, originato dell’Ucraina, l’ho visto riscaldarsi e gli ho chiesto che ci fai qui, sembri mezzofondista? Ha sorriso e poi gli ho chiesto qual è la tua specialità i 1.500? E sono proprio i 1.500 la sua specialità e si è improvvisato fondista nella gara minore di 23km arrivando 2° assoluto.

21615987_10209840747951140_922006893446130787_nTutti vincitori gli atleti intervenuti a Rapona, a 836 m s.l.m. e circa 800 abitanti, nei pressi di Calitri dove si può frequentare la scuola superiore e in provincia di Potenza dove si può frequentare l’Università.

Continua a leggere

Mezza maratona della pace: Lo sport è di tutti con ogni modalità e possibilità

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net

 

Lo sport è di tutti con ogni modalità e possibilità; questo è anche il messaggio della mezza maratona della pace, sport per abbattere barriere culturali, generazionali e religiose; sport per incontrare persone, culture e mondi, per comprendere e accettare la diversità degli altri; sport per essere più comprensivi e tolleranti e meno accusatori e offensivi; lo sport che ti rimette al mondo in modo diverso, ti fa mettere in gioco; sport senza età e senza esclusioni; sport che favorisce inclusione e integrazione; sport palestra di vita per grandi e piccoli; per raggiungere traguardi, per saltare ostacoli, per concentrarsi sull’obiettivo. Salì sul treni dello Sport che passa e ripassa, se lo per di una volta fai attenzione la volta successiva, sii più attento, più convinto, più deciso.

21616097_10209835392777264_5145160287596106097_nIl meglio deve ancora venire anche per il grandissimissimo Luciano, atleta ipovedente, all’esordio nella mezza maratona, 02h13′ grazie alla sua guida Aurelia, grazie ad Achilles International Rome; together is much better, venite a darci una mano il lunedì e il giovedì al parco degli acquedotti ore 18.30, atleti non vedenti e ipovedenti hanno bisogno di guide per allenarsi e gareggiare, perché questo è lo sport che vogliamo.

Continua a leggere