Gisella, trail running: Il TOR non lo puoi raccontare…lo devi vivere di persona

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net

 

Il Tor des Geants, una gara di 330km con migliaia di km di dislivello con un tempo massimo di 150 ore, Gisella lo ha portato a termine e un po’ di tempo fa ha raccontato la sua esperienza di atleta rispondendo a un mio questionario, le cui risposte riporto di seguito.

IMG_9102-13-09-17-07-12.JPGTi sei sentita campione nello sport almeno un giorno della tua vita? “Si a mio modo dopo il mio primo lungo a nuoto in acque libere con l’edizione 2015 del giro di Monte Isola a nuoto km8.8 e ovviamente dopo l’arrivo a Courmayeur con l’edizione di quest’anno della più bella avventura che possa aver vissuto il TOR!”

Gisella sembra essere una donna di sport di endurance, so che significa fare a nuoto km8.8 avendo fatto io stesso la frazione dell’Ironman di 3.8km e impiegandoci 1h32’, quindi posso capire che più del doppio comporta il nuotare per diverse ore a mare, così come posso capire che significa correre e concludere il Tor des Geants, qundi direi che Gisella è un’atleta resistente e resiliente.

In che modo lo sport ha contribuito al tuo benessere? “Lo sport vissuto come lo vivo io mi aiuta a forgiare il mio carattere la mia personalità.” Continua a leggere