100km delle Alpi: C’ero anch’io con “Personal Best” 12h10′

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net

 

Le gare diventano grandi occasioni di incontri e confronti prima, durante e dopo la gara; questo è lo sport che vogliamo, uno sport che avvicina persone, culture e mondi. Uno sport che ti fa salire sul treno in giro per parchi, strade, musei e città.

22448334_10209978136065757_3545096803022324518_nSi porta a casa sempre qualcosa: incontri e momenti pre, durante e post gara; nuovi incontri, nuove amicizie, nuove consapevolezze; PB.

Alla 100km delle Alpi “The winner is”: il giovanissimo Maggiola Enrico in 7h44′, secondo a 4’26” Marco Lombardi, terzo Filippo Castriotta 8h46′ che si dimostra la grande sorpresa, atleta di Manfredonia tesserato con La Barletta Sportiva.

Le donne si dimostrano essere sempre più resistenti e resilienti, 5 donne tra i primi 12 arrivati. Tra le donne “The winner is”: Elisa Benvenuti 9h16″, 6^ assoluta; 2^ Daniela De Stefano 9h32′, 7^ assoluta, 3^ Eleonora Rachele Corradini, 9h52′, 9^ assoluta, 4^ Elena Fabiani 9h55′, 11^ assoluta; 5^ Sara Lavarini 9h56′, 12^ assoluta.

22279932_10209960741670908_2436116420728455805_nC’ero anch’io con “Personal Best” 12h10′ grazie a Marinella Satta che mi ha fatto caricare di energie positive alla partenza e grazie a Paolo Ravioli e Matteo Maggioni incontrati dopo metà gara, “together is much better”, anche perché ero senza torcia e senza occhiali e quindi in questi casi diventa importante fidarsi e affidarsi a qualcuno.

Per concludere c’è stata anche una squalifica ad atleta in bici.

Di seguito approfondiamo la conoscenza di Filippo Castriotta attraverso risposte ad alcune mie domande.

Come è stata l’emozione da podio 100km? “Un sogno che diventa realtà, che ho realizzato alla veneranda età di 50 anni.”

podio maschile 100 Km Alpi 17Eh certo, filippo ha un passato da ragazzo di nuotatore e poi podista con ottimi risultati anche in maratona, poi passato al ciclismo per poi fermarsi per infortunio, ha ripreso a febbraio invitato a camminare da Michele Spagnuolo ideatore del Team Frizzi e Lazzi e da quel momento non si è più fermato, gare sempre più lunghe correndo e camminare fino ad ottenere questo importante podio in una 100km tutta di corsa.

Hai detto qualcosa al 1° e 2°? Come ti sembrano? “Al primo e secondo ho detto che sono fortissimi oltre ad essere anche più giovani e, quindi, rappresentano il futuro.”

I primi due sono due giganti fisicamente ma anche due giganti della 100km in quanto ne hanno vinto altre e spesso sono sul podio.

Soddisfatto e ripagato degli allenamenti faticosi e impegnativi? “È stata una grandissima soddisfazione, dopo tanta fatica e dolore. Inoltre, è stato bellissimo ottenere un risultato così importante con il sostegno di amici a me molto cari.”

22309079_10209960079254348_4751431143976005386_n.jpgVero, Filippo ha tanti amici, tanti contatti veri di amici che lo sostengono e fanno il tifo per lui, soprattutto da Manfredonia, amici di una volta e nuovi amici, camminatori, podisti e ciclisti oltre alla sua famiglia numerosa molto orgogliosa delle sue prestazioni.

Nuove consapevolezze, nuove mete, nuovi obiettivi? “Adesso punto ad ottenere un risultato ancora più bello, a Dio piacente.”

Ora non lo ferma più nessuno, ora vorrebbe spaccare il mondo, ora è consapevole delle sue possibilità, capacità e potenzialità, vorrebbe far bene su tutte le distanze per confermare la sua bravura di atleta di medio e lunghe distanze.

Ora cosa cambia? Alle gare sarai temuto? “Tutto deve essere trasformato in energia positiva, anche l’ira. Sicuramente adesso sarò temuto. Può succedere che capita una bella giornata faccio goal.”

22310465_10209960078774336_6211111970064725024_nUn grandissimo goal ha fatto Filippo salendo sul podio anche se si è trattato del gradino più basso, ora ci possiamo aspettare goal più importanti come una vittoria in una gara ultra e quindi pare che il meglio deve ancora venire per Filippo.

Le foto sono disponibili sul sito www.scandurramichele.com e le classifiche sul sito www.giroitaliarun.it

Per approfondimenti sugli ultrarunner è possibile consultare il libro Ultramaratoneti e gare estreme di Matteo Simone (Autore). Prospettiva Editrice (21 novembre 2016). Collana: Sport & Benessere

Classifica Bestseller di Amazon: n. 49 in Libri > Sport > Corsa e maratona

Sviluppare_la_Re_542fc7514745f_235x295Ordinabile in siti di vendita online e in tutte le librerie d’Italia. Ad esempio su ibs

https://www.ibs.it/ultramaratoneti-gare-estreme-libro-matteo-simone/e/9788874189441

http://www.lafeltrinelli.it/libri/matteo-simone/ultramaratoneti-e-gare-estreme/9788874189441

Inoltre è in uscita il libro Maratoneti e ultrarunner. Aspetti psicologici di una sfida.

https://www.edizioni-psiconline.it/anteprime/maratoneti-e-ultrarunner-aspetti-psicologici-di-una-sfida.html

 

Matteo SIMONE

http://www.mjmeditore.it/autori/matteo-simone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...