Francesca Innocenti: Non pensavo potessi vincere in un Campionato Italiano

Matteo SIMONE

 

Il 14/10/2017 si è disputata a Reggio Emilia la 7° KOHLER ultramarathon CUP e in tale occasione Francesca Innocenti, dell’ASD Bergamo Stars Atletica, ha conquistato il titolo di Campionessa Italiana 50 miglia di corsa a piedi.

La gara è stata vinta da LUPO Francesco dell’Atletica Melito che ha impiegato 06h17’48” per percorrere le 50 miglia che corrispondono a 80km e 467m mentre Francesca INNOCENTI si è classificata seconda nella classifica generale e prima delle donne impiegando 07h22’26”.

22406413_10214232618679516_5617523014318681942_nDi seguito, Francesca racconta le sue impressioni, sensazioni ed emozioni rispondendo ad alcune mie domande.

Come hai deciso di fare questa gara?Ciao Matteo, innanzitutto grazie per le domande, sono sempre molto introspettive ed interessanti. Ho deciso di fare la 50 miglia a Reggio Emilia in quanto volevo provare a correre una distanza intermedia tra la 6h, che come tipologia di gara posso dire di conoscere abbastanza bene (dal 2015 ne ho disputate 12) e la 12 ore (di queste ne ho corse due).Continua a leggere

Annunci

Peter Gombita di corsa per i poveri da Kosice (Slovakia) a città del Vaticano

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net

 

Oramai corrono tutti per tantissimi chilometri e per tantissimi motivi. Lo sport e in particolare la corsa abbatte barriere culturali e generazionali, avvicina persone, paesi, popoli, rende liberi e permette di aiutare tanta gente correndo per fini umanistici molto interessante, per questo ho chiesto all’interessato di rispondere ad alcune domande prima della partenza, per scrivere un articolo e pubblicizzare l’evento. Può partecipare chi vuole per un percorso che sceglie.

22384080_279776819177882_7763862353140033497_oDi seguito Peter Gombita, prete Slovacco che si occupa di 250 senza tetto, racconta la sua impresa rispondendo ad alcune mie domande, grazie a una gentile interprete.

In che consiste il tuo prossimo evento sportivo importante?Sto correndo la maratona da Kosice (Slovakia) a città del Vaticano perchè ho trovato nella mia passione la corsa una maniera per sensibilizzare le persone verso la piaga della povertà sempre più dilagante anche tra i nostri cari e cercare di arginare e prevenire qualsiasi tipo di peggioramento.”

Continua a leggere