Riccardo Borgialli, ultratrail: La forza di volontà forse è il mio più grande pregio

Matteo SIMONE

 

A volte sono importanti gli incontri che si fanno, a volte gli amici ti portano sulla strada giusta come è quella dei sentieri e dei trail in montagna e ti fa scoprire il meglio di te, ti fa scoprire una passione per lo sport, per la natura, per la montagna e allora ti accorgi che la fatica della corsa con dislivelli è compensata dalle sensazioni che si sperimentano e dalle emozioni quando arrivi al traguardo contento e soddisfatto e sempre di più vuoi far meglio e ottenere successi che ti portano sempre più in alto fino ad ambire a una convocazione in nazionale per poter indossare una maglia azzurra.

Di seguito, Riccardo racconta la sua esperienza di atleta rispondendo ad alcune mie domande un po’ di tempo fa.

riccardo borgialli - cr CLAUDIO BELLOSTA 1 (2)Ti puoi definire ultramaratoneta? “Direi di sì, corro distanze superiori a quelle della maratona con l’aggiunta del dislivello dovuto ai continui sali-scendi delle montagne.” Continua a leggere

Annunci