Cosa c’è dietro una maratona? Un fiume di pensieri, sensazioni, emozioni

Il 7 aprile correrò la mia 55^ maratona/ultra per Sport Senza Frontiere

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net

 

Cosa c’è dietro una maratona? Un fiume di pensieri, sensazioni, emozioni, allenamenti, preparazione, incertezze. Un obiettivo, una sfida, una pianificazione minuziosa, un’attenzione al minimo dettaglio. Incontri, confronti, tensioni, pressioni. Esperienze uniche, dense, forti, intense. Paure, insicurezze, consapevolezze.

56162093_10213397778074670_5796332423520190464_nLa mia prima maratona l’ho corsa a Roma il 24/03/96 in 3h20’40”, il 10/12/00 ho fatto la mia miglior prestazione in Maratona (Latina) 2h42’17”, la mia prima 100 km l’ho corsa il 25/05/13 (Passatore) in 12h28’, il 27/09/15 ho portato a termine l’IRONMAN Elbaman in 16h16’, il 24/10/15 ho preso parte alla mia prima 24h di Putignano percorrendo solamente 133km.

Il 7 aprile correrò la mia 55^ maratona/ultra per Sport Senza Frontiere per raccogliere fondi destinati al progetto Joy Summer Camp, il Camp Sportivo Estivo a vocazione sociale, che oltre ad ospitare i bambini e ragazzi vittime del terremoto del Centro Italia di quasi tre anni fa, ospiterà anche i bambini dei quartieri di Genova colpiti dal crollo del Ponte Morandi.

http://www.sportsenzafrontiere.it/news/2019/01/joy-2019-parti-con-noi/

Sport Senza Frontiere crede nello sport come un efficace strumento di cambiamento sociale e pertanto si adopera per garantire il diritto allo sport, renderlo accessibile a chi più ne ha bisogno, portarlo lì dove non c’è e diffonderne principi e valori. Cliccate qui per sostenere la mia iniziativa!

https://www.retedeldono.it/it/bdonations/49623

56264410_10213378234666097_5494594628625629184_nLo sport aggrega, rende felici, permette di prendersi cura di se stessi, di sperimentare benessere e di raggiungere gradualmente obiettivi importanti come portare a termine una maratona o vincerla. Lo sport diventa una medicina naturale per il corpo, la mente e per l’anima, si tratta di volersi bene facendo sport e apprezzarsi per quello che si riesce a fare.

La prima sfida è iniziare il processo di cambiamento attraverso lo sport, poi la sfida è continuare nel percorso di attività fisica con allenamenti sempre più mirati, altra sfida è la convinzione di poter sperimentarsi nella gara regina, la maratona.

Lo sport rende felici ed avvicina persone, culture e mondi; promuove il benessere fisico e sociale e va inteso non solo come performance volta al raggiungimento di prestazioni eccellenti, ma anche come possibilità di superare i propri limiti, incentivo all’aggregazione sociale, strumento di prevenzione e promozione della salute. Molte persone attraverso l’attività sportiva sono riuscite a superare i propri limiti e a raggiungere importanti traguardi.

56323769_10213397777674660_6239569560953946112_nLo sport forma e trasforma le persone, insegna a superare ostacoli, crisi e difficoltà, non si tratta solo di allenare il muscolo, ma attraverso lo sport si forgia il carattere, si struttura la personalità.

Correre la maratona significa diventare manager di se stessi, bisogna avere una grande consapevolezza delle proprie risorse e dei propri limiti, bisogna conoscersi bene, sapere qual è il miglior carburante per i propri muscoli sia alla partenza della gara, sia gli ultimi chilometri e bisogna sperimentare anche in allenamento l’integrazione in gara per capire cosa e come assumere determinati alimenti per continuare lo sforzo prolungato nel tempo e terminare la gara senza incontrare il cosiddetto muro.

Percorrere una maratona significa anche fare un’esperienza e, cioè, organizzarsi per partire, per andare in un posto, mettersi d’accordo con gli amici di viaggio, con gli eventuali amici da incontrare nel luogo della maratona.

56347765_10213393733933569_1636181217478967296_nL’esperienza maratona significa sperimentare l’alimentazione pre gara, preoccuparsi del tempo atmosferico, pensare all’abbigliamento adatto. L’esperienza maratona comprende l’eventuale partecipazione agli eventi collaterali, il presentarsi alla partenza, osservare e fare attenzione al territorio che si attraversa, ai colori, alle abitazioni, ai corsi d’acqua, alla gente lungo il percorso, soprattutto ai bambini che applaudono e che aspettano che gli batti il “cinque” con il palmo della mano.

Un mondo dietro lo sport, tanta fatica e impegno con passione e determinazione, tanti pensieri e dubbi, tante sfide e sogni da realizzare, tante prove in allenamento e gara, tante persone dietro gli atleti; tante gioie e soddisfazione oltre a tanti aspetti da curare quali forza fisica e mentale, resistenza, fiducia in sé, clima di squadra.

56368751_10213397779194698_8095916471382704128_n.jpgCosa c’è dietro una gara? Tanta organizzazione, tanta comunicazione e pubblicità per coinvolgere atleti a partecipare e personaggi a presenziare. Tanta organizzazione per fare in modo che tutti gli atleti che gareggiano restino contenti e anche i loro accompagnatori. Tanti atleti che si incontrano e si ritrovano per mettersi in gioco, per sperimentarsi.

Cosa c’è dopo una maratona? Un misto di stanchezza e contentezza; un fiume di emozioni dopo tanti allenamenti per la preparazione; dopo tante incertezze se fare questa o un’altra, se seguire un pacer o un altro, ma l’importanza è l’esperienza che si porta a casa, tanti incontri, abbracci, sorrisi.

 

Matteo SIMONE

The Heart of Kenyan Running – Home | Facebook

https://www.facebook.com/theheartofkenyanrunning/

https://www.libreriauniversitaria.it/libri-autore_simone+matteo-matteo_simone.htm

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...