Più ci sono fatica e impegno, più la soddisfazione è maggiore

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net

 

La fatica diventa una costante nella vita di un atleta ma a volte è considerata anche una buona compagnia perché al momento opportuno va via, si rimane con il gusto di avercela fatta nonostante si sia sperimentato dolore e sofferenza e questo rafforza la persona, si trasferisce l’esperienza nella vita quotidiana nei momenti tristi e faticosi quando sembra che tutto rema contro e poi si riesce a uscirne ancora una volta sperimentando che la crisi o la fatica non è per sempre ma un po’ bisogna accettarla e un po’ bisogna far fronte con strumenti e strategie adeguate e consolidate nel tempo e con l’esperienza.

10550951_10202470050248304_8635081577007377209_n.jpgLa passione per uno sport permette di condurre uno stile di vita fatto di fatica e gioie, di relazioni, di mete e obiettivi da costruire. Lo sport fa prendere direzioni per raggiungere traguardi, mete e obiettivi difficili, sfidanti ma non impossibili superando eventuali imprevisti lungo il percorso con fiducia in sé, con impegno, motivazione, passione e determinazione.

Continua a leggere

Camilla Patriarca, ex ginnasta: Dobbiamo allenare oltre al fisico la concentrazione

Lo sport mi ha aiutata a crescere, a maturare, a responsabilizzarmi

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net

 

Camilla Patriarca, ex ginnasta, argento ai mondiali di ginnastica ritmica 2013 a Kiev. Argento europei di ginnastica ritmica 2014 a Baku. Argento ai Mondiali di ginnastica ritmica 2014 di Smirne. Nel 2014 entra nel Centro Sportivo dell’Aeronautica Militare. Nel 2015 prima tappa di World Cup a Lisbona, oro nel concorso generale e alla finale cerchi e clavette. World Cup di Pesaro, argento nel concorso generale e oro nella finale cerchi e clavette. World Cup di Tashkent, bronzo nella finale di specialità cerchi-clavette. World Cup di Budapest, bronzo nel concorso generale a squadre e oro alla finale di specialità cerchi e clavette.

13692833_554102801439498_5190610974263584595_o.jpgMondiali di ginnastica ritmica 2015 a Stoccarda, Campionessa del Mondo finale di specialità ai nastri e Vicecampionessa del Mondo finale di specialità ai cerchi-clavette. Giochi olimpici di Rio de Janeiro 2016 con le compagne Alessia Maurelli, Marta Pagnini, Sofia Lodi e Martina Centofanti qualificate in finale con il quarto punteggio generale, confermano la stessa posizione anche nella finale.

Continua a leggere