Luca Cagnati: Fare sport (qualsiasi) è la migliore palestra di vita

Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net

 

Lo sport non è tutto nella vita, ma può diventare una fetta importante, una componente importante che a volte fa da trampolino nella vita, dà le basi e le fondamenta per vivere meglio la quotidianità e anche la difficoltà soprattutto se si tratta di sport di endurance o comunque complessi dove bisogna mettere in campo non solo qualità fisiche ma anche mentali e di management di se stessi e dell’ambiente circostante, una vera e propria scuola di addestramento alla vita e a superare imprevisti, crisi, difficoltà.

67668305_10214168352618552_6155412258064171008_n.jpgDi seguito  Luca,  tesserato FIDAL con l’Atl. Valli Bergamesche Leffe, allenato da Paolo Germanetto, diverse presenze in Nazionale di corsa in montagna, ha debuttato in Nazionale assoluta nel 2013, racconta la sua esperienza e le sue impressioni rispondendo ad alcune mie domande: Ti sei sentito campione nello sport almeno un giorno della tua vita?Più che campione nello sport, mi sono sentito realizzato, o felice per un risultato raggiunto, penso che essere campione nello sport ma non nella vita di tutti i giorni non sia una cosa che ti fa sentire realizzato, ci vogliono entrambe le cose.

Come hai scelto il tuo sport? Qual è stato il tuo percorso per diventare atleta? Ho scelto il mio sport perché mi piace praticarlo, ma son appassionato anche di altri sport di resistenza, non solo del mio. Ho iniziato a 7 anni a gareggiare nello sci e nella corsa, ed ora sono ancora qua che gareggio. Il mio percorso è venuto da se, per passione e divertimento. Quando non mi divertirò più smetterò.

Continua a leggere