Davide Bassi, trail running: Lo sport in qualche modo mi “ha salvato la vita”

Mi insegna ogni giorno il valore della fatica 

Matteo SIMONE 

http://www.psicologiadellosport.net

Lo sport è molto utile per tante persone, permette di aderire a un sano stile di vita, permette di trovare motivazioni per andare avanti, per mettersi alla prova, per ritrovare un senso alla propria vita, per apprezzare valori come la fatica, la correttezza, permette di raggiungere obiettivi con impegno e determinazione; permette di sviluppare consapevolezza, fiducia in sé e resilienza. Di seguito Davide, istruttore di primo livello di trail running (Federazione Fisky), racconta la sua esperienza rispondendo ad alcune mie domande. 

Ti sei sentito campione nello sport? “Da piccolo, quando facevo atletica, 9/10 anni (vincevo). Dopo speciale, ma non campione.”  

Qual è stato il tuo percorso per diventare un Atleta? “Faccio sport da quando avevo 5 anni. Sempre cambiato discipline, mai smesso. Privilegiando gli sport individuali.” 

Lo sport permette di prendere direzioni verso mete e obiettivi ambiti, permette di allenarsi e costruire progetti per portare a termine competizioni difficili e sfidanti- 

Chi contribuisce alla tua performance? “Trovo le motivazioni in me stesso, sono difficilmente condizionabile.”  

La gara della tua vita? La gara più difficile? “Il mezzo Ironman a Wiesbaden (2016). La più difficile emotivamente la prima maratona. Materialmente sono andate entrambe bene.” 

Lo sport fa sperimentare di far parte di un mondo fatto di persone che si incontrano per allenarsi e gareggiare, uno sport che permette a persone, culture e mondi di avvicinarsi, incontrarsi confrontarsi. 

Quale esperienza ti dà la convinzione che ce la puoi fare? “Che gli obbiettivi si ottengono con il sacrificio. Mentre li prepari, stai già dando forma alla “risoluzione del problema”.”  

C’è un episodio curioso o divertente della tua attività sportiva? Mai avrei pensato che nella corsa trail ci fossero così tante donne.”  

Quali sensazioni sperimenti nello sport (allenamenti, pre-gara, gara, post-gara? “Sempre e solo divertimento. Solo il pre-gara di alcune gare dove so di poter far bene mi genera tensione.” 

Lo sport permette di approfondire la conoscenza di se stessi, di apprendere sempre più dall’esperienza propria e degli altri, di sviluppare consapevolezza delle proprie caratteristiche, capacità, possibilità e limiti- 

Quali sono difficoltà e rischi? “Difficoltà non sono sempre prevedibili. Il proprio fisico e la propria mente lo diventano, se non ci si conosce bene. I rischi sono di infortunarsi. Per questo serve allenarsi propriamente.”  

Come superi eventuali crisi, sconfitte, infortuni? “Solitamente mi demotivo molto, ma con la stessa intensità rinasco.”  

Cosa hai scoperto di te stesso nel praticare sport? “Che sono molto costante e appassionato. E che amo trasferire questa mia passione (ma si riesce poco, per i motivi di cui prima. Troppa distanza tra generazioni anche prossime).” 

Lo sport permette di superare momenti difficili, pesanti, faticosi; si impara a essere fiduciosi e pazienti, a essere coraggiosi e risolutivi, la fatica diventa amica dell’atleta quando la si riconosce e non preoccupa ma rafforza corpo e testa- 

Un messaggio per avvicinare i ragazzi allo sport? “Ci penso spesso. Il mio amore era innato. Però a me in qualche modo ‘ha salvato la vita’. Mi insegna ogni giorno il valore della fatica. ‘La fatica’ è un bellissimo valore. Purtroppo i giovani di oggi sono estremi: o sono invasati e fighetti. O sono disinteressati. Bisogna partire con dei programmi formativi nelle scuole e coinvolgere anche i genitori, Far fare sport assieme ai genitori e figli.” 

Lo sport fra uscire fuori dalla zona di confort, a volta fa osare, a volte fa barare, importante essere attenti e onesti. 

C’è stato il rischio di incorrere nel doping? “No, mai nel mio caso.”  

Un messaggio per sconsigliarne l’uso? “Conoscenza. Ormai esistono fonti di informazioni ovunque. Sia nei pro che nei contro. Io insegnerei a mangiare bene piuttosto.”  

Familiari e amici cosa dicono del tuo sport? “Che sono un matto. Però di nascosto mi invidiano molto.”  

Ritieni utile lo psicologo dello sport?  “Non saprei. Non al mio livello quantomeno.” 

Lo sport permette di fissare appuntamenti e impegni sportivi programmando e pianificando allenamenti e viaggi e cercando anche sponsor o sostegno. 

Prossimi obiettivi? Sogni da realizzare? “Continuare il più a lungo possibile e se possibile con un pettorale affrancato!” 

Matteo SIMONE 

http://www.unilibro.it/libri/f/autore/simone_matteo

http://www.ibs.it/libri/simone+matteo/libri+di+matteo+simone.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...