Bisogna farsi trovare pronti per prendere al volo il treno dello sport

http://www.psicologiadellosport.net 

Il treno dello sport a volte passa e bisogna farsi trovare pronti per prenderlo al volo e lasciarsi trasportare per strade, ville, parchi e monti. Si è sempre in tempo per salire sul treno dello sport, si può stare davanti o dietro, non c’è un’età per iniziare o per smettere, non c’è un’esatta modalità per aderire al treno dello sport, si può sperimentare sia benessere che performance. 

Si può provare ad abbandonare la zona considerata di comfort, è sempre il momento del movimento, non c’è un momento giusto per iniziare o un momento migliore, si può aderire al treno dello sport in ogni momento entrando a far parte di gruppi whatsapfacebook, mailing list, scegliendo uno sport, allenamento, gara, evento, partecipando con propri tempi e modalità. 

Questo è lo sport che vogliamo, lo sport che rende felici nonostante la fatica, le salite, le avverse condizioni climatiche. Si può fare tutto con cautela e attenzione, fidandosi e affidandosi, iniziando a piccoli passi lenti con minimi obiettivi e poi ognuno segue il suo percorso. Sport è anche solidarietà, inclusione, integrazione, consapevolezza corporea dei propri limiti, osando senza esagerare. 

Per ottenere qualcosa bisogna crederci, impegnarsi duramente, essere determinato, mettere in conto infortuni, avversari più forti, sconfitte e momenti bui, rialzarsi sempre e ripartire sempre con pazienza, senza fretta, con modestia e umiltà, rispettando gli altri. 

Si può costruire una meta, obiettivo, risultato iniziando a piccoli passi, con piccoli movimenti, iniziando a utilizzare risorse personali, sviluppando consapevolezza corporea, incrementando fiducia di sé, superando momenti difficili, demotivazione, infortuni, sconfitte, sviluppando resilienza nello sport e nella vita, condividendo gioie e fatiche. 

Per approfondimenti è possibile consultare il libro O.R.A. Obiettivi, risorse, autoefficacia. Modello di intervento per raggiungere obiettivi nella vita e nello sport, Aras Edizioni, 2013. 

WHO guidelines on physical activity and sedentary behaviour 

Matteo SIMONE 

http://www.psicologiadellosport.net 

http://www.unilibro.it/libri/f/autore/simone_matteo 

http://www.ibs.it/libri/simone+matteo/libri+di+matteo+simone.html 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...