Consigli e Rimedi naturali per calmare la tosse: tisana zenzero, miele e limone

corsa-e-tosse

In quest’ultimo mese l’influenza ha fatto strage e quasi tutti i miei amici, parenti  e conoscenti sono stati colpiti da questo malanno. Anche io sono stata una  degli sfortunati, la febbre e sopratutto la tosse mi hanno attaccato per quasi un mese e in tutto questo periodo sono riuscita a rispolverare dei rimedi naturali (grazie all’intervento di mia zia) che mi hanno aiutato moltissimo nella guarigione.

La tosse è stato il malessere che più mi ha tormentato e oltre ai normali medicinali prescritti dal dottore, mi sono aiutata con una tisana allo zenzero, miele e limone che vorrei condividere in modo che possa essere di aiuto a qualcun altro che non la conosce.

Prima di descrivere la sua preparazione vorrei premettere che in passato ho provato molti altri tipi di rimedi naturali per la tosse ma nessuno è stato mai efficace come questo quindi ve lo consiglio vivamente. Continua a leggere

INTERVISTA A MATTEO SIMONE DOPO LA STAFFETTA 12XMEZZORA – 4 GIUGNO 2016

13315510_10206382682381662_6672211968120093800_n.jpg   STEFANO SEVERONI

 

L’ASD Sport Against Violence con il supporto tecnico dell’ASD LBM, ha organizzato la Staffetta 12xmezzora sabato il 4 Giugno 2016 presso l’impianto sportivo delle Terme di Caracalla in Roma. La partenza della prima frazione è stata data alle 16,00. La staffetta è terminata alle 22,00. 54 squadre allo Stadio Nando Martellini hanno partecipato alla manifestazione, un evento non solo sportivo, bensì una manifestazione culturale della durata di tre giorni (3/5 giugno) il cui obiettivo è coniugare in sé sia lo sport, sia l’attività di promozione sociale e culturale dedicata agli sportivi e a tutta la cittadinanza. Per la cronaca agonistica, in campo maschile ha vinto Podistica Solidarietà 1 (94˙226 m) e in campo femminile Atletica La Sbarra Team Purple (76˙037 m).

13319912_10206390399134576_2678454140787361410_n   Abbiamo intervistato Matteo Simone dopo la gara, al fine di cogliere cosa rappresenta partecipare a una manifestazione, che ha visto tanti protagonisti, dagli atleti, agli organizzatori, allo speaker, ai Giudici di Gara, agli espositori nei numerosi stand, che hanno coinvolto tante persone in un pomeriggio romano, vigilia di una tornata elettorale importante quale l’elezione del sindaco della Capitale, candidata per le Olimpiadi Roma 2024.

Una gara ‒ la Staffetta 12xmezzora ‒ all’interno di una manifestazione culturale Sport Against Violence. Raccontaci la tua esperienza personale. Cosa hai pensato durante la gara? Hai prestato attenzione al tuo corpo, al ritmo di corsa, all’ambiente o agli altri? Ho corso due frazioni, una con un atleta ipo vedente e un’altra da solo, sensazioni diverse. Nella prima frazione dovevo prestare tanta attenzione, in quanto ero la guida di un atleta che si esprimeva in una prima gara di corsa: Sandro ha conosciuto la corsa grazie all’Associazione Achilles International la cui Presidente a Roma è Ada Maria Ammirata, lei stessa un’atleta di Atletica La Sbarra, che ha corso l’ultima frazione; Ada ha esordito due anni fa proprio in questa manifestazione con la squadra. Tornando alla frazione con Sandro (ore 19-19.30), dovevo prestare attenzione agli altri che ci superavano, a quelli davanti a noi che superavamo, dovevo fare attenzione più che altro alle sensazioni di Sandro che accompagnavo, cercare di percepire la sua fatica, il suo respiro, e capire se l’andatura la potevo continuare a tenere in modo sostenuto oppure dovevo rallentare, ogni tanto gli chiedevo come stava e se voleva acqua o spugna. È stata una gara assieme, bella esperienza; la gara è iniziata con l’andarlo a prendere assieme ad Ada; mi sono trovato a fare da guida per strada a due persone non vedenti, e facevamo una sorta di trenino, loro si fidavano; anch’io mi fidavo di loro e di me stesso. Per quanto riguarda la mia frazione delle 20.30, ho fatto la mia gara per la squadra; ho cercato di tenere un ritmo costante, sono partito un po’ stanco, ma le sensazioni erano buone e ho fatto del mio meglio (6˙803 m).

 Correre in pista per mezz’ora in un anello di 400 m e in senso rigidamente antiorario. Ti risulta più difficoltoso che correre su strada o in un parco? È un esperienza diversa; in passato ho corso anche per un’ora, si fa tutto, si prova tutto, c’è comunque tanto da guardare, da osservare, il pubblico che t’incita, gli altri atleti che superi o ti superano. Continua a leggere

Colesterolo e sport : puoi risolvere il problema definitivamente !

Tutti sanno che praticare uno sport regolarmente aiuta il nostro corpo a mantenersi sano ed è anche utile per chi ha il colesterolo alto. Infatti l’attività fisica aiuta ad aumentare il colesterolo buono HDL e favorisce così la protezione cardiovascolare.
5EFD6195

Avere il colesterolo alto non dà alcun tipo di sintomo e allo stesso tempo non causa alcun danno immediato al nostro organismo. Con in passare del tempo, tuttavia, troppo colesterolo nel sangue, può portare al formarsi di placche nelle arterie e, quindi creare problemi al nostro organismo. Per questo è fondamentale tenere i valori sotto controllo con la dieta ed un corretto stile di vita.
E’ bene sapere che:
• Il COLESTEROLO TOTALE nel sangue è solo uno dei valori che devi tenere sotto controllo per prevenire malattie cardiovascolari!
• Il SUCCESSO di una buona PREVENZIONE è legato al COLESTEROLO TOTALE, HDL, LDL e TRIGLICERIDI.
• Esistono DUE TIPI di colesterolo: uno BUONO e uno CATTIVO – Non tutto il colesterolo è dunque uguale
• Avere un valore di TRIGLICERIDI ALTO per diversi anni è PREDITTIVO dell’ insorgenza di DIABETE e PANCREATITE
• E’ possibile FAR RIENTRARE i valori di colesterolo e trigliceridi nei LIMITI GIUSTI anche grazie a PRODOTTI NATURALI e/o FARMACI, ma prima ancora devi adottare MISURE PREVENTIVE fondamentali nel tuo STILE DI VITA…

Sicuramente conosci gli Yogurt contro il colesterolo, magari hai anche provato a mangiarli. Esistono sul mercato ,sempre su prescrizione, diversi preparati in grado di aiutarti nella lotta al colesterolo alto.

Si va dai prodotti alimentari con aggiunta di fitosterolo a preparati galenici sempre di fitosterolo. Ci sono tisane e decotti. Avrai sentito parlare di Oli di pesce e lecitina di soia anche i banchi dei supermercati ne sono pieni. Eppure … quali vale la pena assumere?
Praticare uno sport è il rimedio migliore, ma quele sport è il più adeguto?

Per aumentare il livello di colesterolo buono nel sangue gli sport consigliati sono ad esempio ciclismo, corsa, nuoto. Anche in questi casi però per avere effetti benefici sulla produzione del colesterolo buono è necessario che la nostra attività sportiva preveda uno sforzo costante di media intensità. Sport durante i quali le pulsazioni cardiache si trovano ad essere più alte del normale (intorno a 100-120) per tutta la durata dell’allenamento.

Läuferbeine

Ma quanto sport bisogna fare per ottenere buoni risultati a livello scientifico?
E’ anche efficace fare una passeggiata ma di buon passo senza mai fermarsi almeno per 20, 30 minuti inoltre per avere effetti positivi sul colesterolo è necessario che l’attività fisica praticata sia intensa, di lunga durata e praticata almeno 3 volte alla settimana.

Tuttavia le ricerche eseguite finora hanno dato risultati contrastanti e non sono state utili per stabilire delle soglie valide in generale (2 o 3 ore di allenamento settimanale potrebbero essere sufficienti per qualcuno, ma non per tutti). L’unico modo certo per verificare come l’allenamento influenza i propri valori di colesterolo rimane quello di eseguire periodicamente le analisi del sangue.

running
Esistono diversi farmaci per controllare il colesterolo, alcuni molto efficaci. La decisione di ricorrere ai farmaci deve essere presa insieme al proprio medico, ricordando comunque che nella maggior parte dei casi il “colesterolo alto” non è la conseguenza di una malattia, ma di uno stile di vita errato. In questi casi il ricorso ai farmaci è altamente sconsigliato in quanto cambiando il proprio stile di vita si risolve il problema colesterolo (e non solo quello) definitivamente!