Daniele Biffi, velocista: sono più forte del vento mi dico e dico sempre

Matteo SIMONE

www.psicologiadellosport.net

daniele biffi danvolo1 (1)

Sto approfondendo il punto di vista degli atleti comuni e dei campioni per scrivere un libro che possa trasmettere buone prassi per il benessere nello sport e per comprendere gli aspetti che portano a sperimentare la performance. Per far ciò è importante interpellare sia esperti che gente comune e raccontare loro esperienze, loro vissuti.

Di seguito voglio presentare un appassionato dello sport che ne ha tratto beneficio per il suo benessere, è riuscito ad essere performante e ad eccellere nelle sue specialità, inoltre ha continuato il suo interesse nell’ambiente sportivo fino al punto di diventare un bravo allenatore portando gente alla performance ed anche è riuscito a diventare un valido nutrizionista, Daniele Biffi.

Ti sei sentito campione nello sport almeno un giorno della tua vita o sempre un comune sportivo? “Campione nel senso di fuoriclasse certamente no, campione nel senso di uno che vuole con tutto se stesso raggiungere obiettivi si: mi sento campione ogni volta che raggiungo gli obiettivi che mi prefiggo.” Continua a leggere

Gli allenamenti di Pietro Mennea , le tabelle prima dell’olimpiade di Mosca dell’1980

Pietro-Mennea-1980-1024x662

Denominato la Freccia del Sud, è l’unico duecentista della storia che si sia qualificato per quattro finali olimpiche consecutive (dal 1972 al 1984). Fu insignito dell’ordine olimpico e membro della Hall of Fame della FIDAL.

Nel 1979 Mennea, studente di scienze politiche, prese parte alle Universiadi che si disputavano sulla pista di Città del Messico. Il tempo di 19″72 con cui vinse i 200 metri piani costituì il nuovo record mondiale: esso resistette per ben 17 anni, fino ai trials statunitensi per le Olimpiadi del 1996, quando Michael Johnson fermò il cronometro sul tempo di 19″66. Deve comunque tenersi conto che il primato di Mennea, così come quello precedente di Tommie Smith, fu ottenuto in altura (si noti comunque che Mennea detenne anche il record mondiale a livello del mare dal 1980 al 1983, con 19″96, tempo stabilito nella sua città natale, Barletta).

Mennea partecipò a 5 olimpiadi consecutive (1972-1976-1980-1984-1988) cosa non molto comune per un velocista . Sicuramente la sua gara più spettacolare dopo quella fatta a Città del Messico nella quale stabilì il record del mondo è quando vinse l’oro alle olimpiadi di Mosca nel 1980.

Nel suo libro “L’ Oro di Mosca ” ( assolutemente consigliato per gli appassionati di atletica. Link per comprere il libro :CLICCA QUI )  sono presenti i suoi allenamenti da Gennaio a Giugno del 1980 .

Per capire la sua straordinaria capacità di resistenza ai carichi di lavoro in allenamento ne riporto alcuni: Continua a leggere

Golden Gala Pietro Mennea 2014 il giorno dopo : uno spettacolo offerto dai grandi atleti di tutto il mondo

 

https://www.facebook.com/pages/Astrambiente-Sport/655222024523260?fref=ts

 Lo scorso anno così commentava il presidente federale Alfio Giomi:

“Sì, sono soddisfatto  ma siccome non mi accontento mai, l’anno prossimo vorrei aggiungere almeno altri 10000 spettatori…”

Peccato che invece gli spettatori si sono ridotti La mancanza di Bolt ha lasciato il segno ma l’atletica leggera non gira solo attorno a lui .

Ieri sera erano presenti grandi stelle dell’atletica  ,tutti loro ci hanno donato uno spettacolo incredibile con grandi prestazioni e record mondiali stagionali.

Continua a leggere

I miei allenamenti : Ricomincio da qui ..

Dopo tanto tempo di stop dalla corsa per un infortunio (strappo allo psoas +protusione ) da due settimane ho ripreso con gli allenamenti .

Da oggi ricomincia la ripresa con l’obiettivo di tornare a gareggiare sui 100metri , 200 metri e 400 metri a fine maggio /metà giugno .

Non potendo più allenarmi alla pista delle Terme di Carracalla ( causa pista dura come l’asfalto quindi con una protusione il medico sportivo mi ha assolutamete vietato di allenarmi li ) in queste settimane vado al parco a Villa De Sanctis poi tra due settimane cambierò e inizierò ad allenarmi a Tor Tre Teste dove la pista è molto più morbida .

Dovrò lasciare i miei cari compagni “caracalliani” di allenamento e andare a fare i lavori da sola vedremo un pò come andrà…

WP_20140316_036 Continua a leggere